Arrestato lo "specialista dei furti in casa": aveva derubato una coppia

E' stato arrestato per furto aggravato in abitazione il malvivente che la notte del 14 ottobre 2012, alle 2.15, si è introdotto nell'abitazione di una coppia residente in via Langhirano rubando due cellulari, le patenti dei due proprietari e 380 euro

E' stato arrestato per furto aggravato in abitazione il malvivente che la notte del 14 ottobre 2012, alle 2.15, si è introdotto nell'abitazione di una coppia residente in via Langhirano rubando due cellulari, le patenti dei due proprietari e 380 euro. A tradire X.S. albanese di 24 anni - quello che per gli agenti della Mobile è "uno specialista delle intrusioni in abitazione mentre le vittime dormono" - è stata una sim a lui intestata e ritrovata nell'abitazione della coppia. Grazie a questa traccia gli agenti hanno potuto proseguire le indagini e rintracciare l'uomo che a maggio del 2012 aveva messo a segno un altro furto a Pavia nel corso del quale aveva commesso un altro errore lasciando un'impronta digitale in casa delle vittime.

La notte del 14 ottobre l'albanese è entrato nell'appartamento della coppia parmigiana, al primo piano, dalla porta-finestra della cucina mentre i proprietari dormivano in camera da letto, con la porta chiusa a chiave. E proprio nel tentativo di aprire quella porta con un cacciavite il ladro ha svegliato la proprietaria che, convinta fosse il figlio che stava rientrando a casa, ha aperto la porta. Davanti a lei invece c'era un uomo vestito di nero con un passamontagna e con un cacciavite in mano che spingeva per entrare. Solo quando il malvivente si è reso conto che in camera c'era anche il compagno della donna ha chiuso la porta ed è scappato.

Nella fuga, però, il 24enne lascia un telefono cellulare con una sim intestata a lui. Un elemento sufficiente per controllare i tabulati e scoprire che su uno dei due cellulari rubati alla coppia era stata inserita una sim intestata ancora una volta a X.S. e attivata a Collecchio. Da qui i controlli degli agenti hanno portato ad una nuova scoperta: il malvivente, mentre stava per inbarcarsi su un traghetto per tornare in Albania, il 13 dicembre del 2012 è stato arrestato - in esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare del tribunale di Voghera - dalla Polizia marittima di Bari per il furto in un'abitazione di Pavia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto gli investigatori della sezione Antirapine della Squadra Mobile di Parma, in contatto con il carcere di Bari, hanno verificato che al momento dell'arresto il 24enne aveva un cellulare su cui era stata inserita la stessa sim usata su uno dei telefoni rubati alla coppia parmigiana. X.S., trasferito nel frattempo nel carcere di Foggia, è stato condannato a due anni per la rapina di Pavia e ora dovrà rispondere anche del furto commesso a Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento