Cronaca

Villani in manette. Bignami: "Capita proprio in campagna elettorale"

Il vicecapogruppo del Pdl: "Villani in tanti anni non ha mai dato adito a dubbi. Ci auguriamo che il particolare momento sia del tutto ininfluente, attendiamo come tutti i chiarimenti della Procura"

"Finora risultano fatti riferiti a vicende parmensi già note, Villani in tanti anni non ha mai dato adito a dubbi, sorprende che capiti proprio in questo momento politico particolare, quando siamo già in piena campagna elettorale". Così il vice capogruppo Pdl all'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, Galeazzo Bignami, commenta a Bologna - a margine dei lavori d'Aula - l'arresto domiciliare del capogruppo regionale Luigi Villani, principale punto di riferimento del partito a Parma.


"Ci auguriamo - ha aggiunto Bignami - che il particolare momento sia del tutto ininfluente, attendiamo come tutti i chiarimenti della Procura". In Regione anche i capigruppo di Lega nord, Mauro Manfredini, e del Pd, Marco Monari, rilevano che nessuna delle accuse delle inchieste di Parma dovrebbe riguardara attività regionali. "Mi sembra che gli addebiti contestati a Villani riguardino questioni di Parma - commenta Monari - mi auguro come collega consigliere regionale, e gli auguro, di potersi difendere e di dimostrare la propria estraneità". "Villani lo conosco dal precedente andato regionale - aggiunge Manfredini - è sempre stato una persona corretta, sono sorpreso e ci sono rimasto male, vediamo come si evolve la vicenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villani in manette. Bignami: "Capita proprio in campagna elettorale"

ParmaToday è in caricamento