menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baby gang assaltava ristoranti e tabaccherie nella Bassa: arrestati quattro giovani tra i 16 e i 20 anni

In tre mesi bottino di oltre 12 mila euro tra cellulari, chiavette Usb, gratta e vinci e marche da bollo: i carabinieri di Busseto, Roccabianca e Soragna hanno portato avanti le indagini

Prendevano di mira supermercati, tabaccherie, ristoranti della Bassa parmense, ma anche alcune abitazioni, all'interno delle quali rubavano gli attrezzi necessari per mettere in atto le spaccate notturne. Nel corso degli ultimi tre mesi del 2019 una bay gan avrebbe messo a segno ben undici raid, rubando gratta e vinci e marche da bollo, generi alimentari ma anche tablet e chiavette Usb. Quattro persone, due minorenni e due maggiorenni, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Busseto, coordinati dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Fidenza, al termine di una complessa indagine portata avanti dalla Procura della Repubblica di Parma. Le misure cautelari sono state emesse dal Gip del Tribunale dei minorenni di Bologna e dal Gip del Tribunale di Parma

Nel corso degli ultimi tre mesi del 2019 infatti nei comuni di Busseto, Soragna e Roccabianca, sono stati messi a segno numerosi furti ai danni di ristoranti, negozi e tabaccherie, tutti effettuati nelle ore notturne e con modalità simili: la baby gang - composta da ragazzi e ragazze tra i 16 ed i 20 anni - agiva nella notte effettuando i raid con attrezzi rudimentali. Il valore della merce rubata - tra gratta e vinci, marche da bollo, generi alimentari ma anche oggetti tecnologici come tablet, cellulari e memorie Usb - ammonta ad oltre 12 mila euro.

 Secondo la ricostruzione degli inquirenti tra i mesi di ottobre e dicembre del 2019 la banda avrebbe messo a segno ben undici furti dello stesso tipo: al termine delle scorribande una ragazza accompagnava a casa tutti i componenti della baby gang. I carabinieri di Busseto, Soragna e Roccabianca hanno ricostruito tutti gli episodi nel dettaglio, permettendo alle Procure del Tribunale di Parma e del Tribunale per i minorenni di Bologna di acquisire tutti gli elementi utili alle indagini. I due minorenni sono stati arrestati e si trovano in due centri di permanenza per minori, uno dei maggiorenni è ai domiciliari mentre la donna è stata sottoposta all'obbligo di dimora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Attualità

Scuole: a Parma riapriranno il 18 gennaio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 56 nuovi contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia vaccinate quasi 14.500 persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento