Cronaca

Salsomaggiore Terme: banda di rapinatori scovata da carabiniere fuori servizio

Il militare aveva notato gli uomini che viaggiavano a bordo di una Skoda Octavia poi risultata rubata, e li ha inseguiti. Fermato un 28enne di origine albanese. Si cercano gli altri complici fuggiti.

Una banda che viaggiava su un'auto rubata, che probabilmente aveva già colpito con vari furti in appartamento, è stata scovata grazie a un carabiniere del nucleo radiomobile di Parma fuori servizio, che ieri sera intorno alle 19 si trovava a Fidenza. Il militare ha subito notata l'atteggiamento sospetto di un gruppo di persone che viaggiavano a bordo di una Skoda Octavia e ha seguito la macchina, richiedendo alla centrale operativa un controllo sul proprietario. In breve i carabinieri hanno accertato che la macchina era stata rubata a Parma il 5 ottobre e che vi erano forti sospetti che la stessa venisse utilizzata per spostarsi e commettere furti in abitazione.

Mentre venivano sviluppate tutte le informazioni necessarie, il militare continuava a seguire la Skoda, che nel frattempo era giunta nei pressi di Salsomaggiore Terme. Lì una pattuglia della compagnia locale aveva approntato un posto di blocco, ma il guidatore lo ha forzato, finendo comunque la corsa poco lontano vicino ai campi. tTutti gli occupanti hanno abbandonato il mezzo cercando di fuggire nelle campagne circostanti e i militari li hanno inseguiti, riuscendo a bloccare un 28enne di origine albanese. I suoi complici invece sono riusciti a dileguarsi grazie al buio della sera ed alla notevole resistenza all’arresto fatta dal giovane.

Durante le concitate fasi dell’arresto il carabiniere che aveva pedinato malviventi, riuscendo poi a bloccarne uno, ha riportato alcune lesioni mentre cercava di fermare l'uomo che, in tutti i modi, ha cercato di sottrarsi alla cattura. Il ventottenne è stato fermato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel corso della successiva perquisizione a bordo dell’auto, poi sequestrata, sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi arnesi da scasso come flessibili, martelli di notevoli dimensioni, un piede di porco, prolunghe elettriche, guanti e berretti. I sospetti dei militari sui furti in abitazione da parte degli occupanti dell’autovettura sono così stati confermati. Sono comunque in corso accertamenti per risalire all’identità dei complici del ventottenne scampati all’arresto.

Una banda che viaggiava su un'auto rubata, che probabilmente aveva già colpito con vari furti in appartamento, è stata scovata grazie a un carabiniere del nucleo radiomobile di Parma fuori servizio, che ieri sera intorno alle 19 si trovava a Fidenza. Il militare ha subito notata l'atteggiamento sospetto di un gruppo di persone che viaggiavano a bordo di una Skoda Octavia e ha seguito la macchina, richiedendo alla centrale operativa un controllo sul proprietario. In breve i carabinieri hanno accertato che la macchina era stata rubata a Parma il 5 ottobre e che vi erano forti sospetti che la stessa venisse utilizzata per spostarsi e commettere furti in abitazione.

Mentre venivano sviluppate tutte le informazioni necessarie, il militare continuava a seguire la Skoda, che nel frattempo era giunta nei pressi di Salsomaggiore Terme. Lì una pattuglia della compagnia locale aveva approntato un posto di blocco, ma il guidatore lo ha forzato, finendo comunque la corsa poco lontano vicino ai campi. tTutti gli occupanti hanno abbandonato il mezzo cercando di fuggire nelle campagne circostanti e i militari li hanno inseguiti, riuscendo a bloccare un 28enne di origine albanese. I suoi complici invece sono riusciti a dileguarsi grazie al buio della sera ed alla notevole resistenza all’arresto fatta dal giovane.

Durante le concitate fasi dell’arresto il carabiniere che aveva pedinato malviventi, riuscendo poi a bloccarne uno, ha riportato alcune lesioni mentre cercava di fermare l'uomo che, in tutti i modi, ha cercato di sottrarsi alla cattura. Il ventottenne è stato fermato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel corso della successiva perquisizione a bordo dell’auto, poi sequestrata, sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi arnesi da scasso come flessibili, martelli di notevoli dimensioni, un piede di porco, prolunghe elettriche, guanti e berretti. I sospetti dei militari sui furti in abitazione da parte degli occupanti dell’autovettura sono così stati confermati. Sono comunque in corso accertamenti per risalire all’identità dei complici del ventottenne scampati all’arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salsomaggiore Terme: banda di rapinatori scovata da carabiniere fuori servizio

ParmaToday è in caricamento