menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baganzola, Bosi al Pd: "Quelle persone fuggono da un sistema criminale che avete alimentato per decenni"

Dopo la fiaccolata di mercoledì 8 luglio il Pd Golese ha accusato la Giunta Pizzarotti di scarsa partecipazione dei cittadini per quanto riguarda la scelta dell'ex scuola di Castelnuovo per l'accoglienza dei profughi. Il capogruppo M5s in Consiglio Comunale accusa il Pd di "cavalcare le proteste di Casa Pound

Baganzola, tra proteste della cittadinanza e strumentalizzazioni politiche. Dopo la fiaccolata di mercoledì 8 luglio il Pd Golese ha accusato la Giunta Pizzarotti di scarsa partecipazione dei cittadini per quanto riguarda la scelta dell'ex scuola di Castelnuovo per l'accoglienza dei profughi. Il capogruppo M5s in Consiglio Comunale accusa il Pd di "cavalcare le proteste di Casa Pound per mascherare l'inconcludenza del Governo Pd a Roma". 

LA NOTA DI MARCO BOSI - "Avevo taciuto fino ad oggi sul centro di accoglienza per profughi in quartiere Baganzola. Avevo taciuto perché ritenevo che quel comitato dietro al quale si celava Casapound avrebbe raccolto i soliti nostalgici. Avevo taciuto perché credevo che i valori di accoglienza della nostra comunità avrebbero prevalso ancora una volta. Ma sempre da più parti vedo crescere un’ondata di insofferenza e odio, alimentata soprattutto da politico di bassa “Lega” e media che pagano rom per fare false interviste alla ricerca di qualche punto di share. Io a questo gioco non ci sto! Non mi interessa niente dei voti perché, a differenza vostra, cari onorevoli, io di politica non ci vivo.

Ma vi chiedo, dentro di voi, non sentite un macigno sullo stomaco nel momento in cui arrivate a cavalcare le proteste di casapound per mascherare l’inconcludenza del Governo PD a Roma e in Europa sulle politiche migratorie? Pensate sia questo il modo per evitare l’ennesima sconfitta nel 2017? Con che coraggio attaccate l’Assessore Casa quando sapete perfettamente che sta semplicemente collaborando ad un progetto di accoglienza che parte dal vostro Governo e passa per le prefetture? Con che coraggio parlate di scelte non condivise quando il mondo della scuola vi sta massacrando per la riforma che voi avete appena votato?

Ho imparato che fare politica significa confrontarsi e trovare dei compromessi con le altre parti politiche. Ma so anche che ci sono dei confini di dignità invalicabili che voi avete oltrepassato per un pugno di voti. E’ così che rappresentate la sinistra? Io faccio parte del Movimento che più di tutti ha riportato al centro del dibattito la questione partecipazione. Ma qui parliamo di dignità, di rispetto per la vita, di umanità verso persone che fuggono da un sistema criminale che voi e i vostri governi avete alimentato per decenni. La politica quando si parla di valori fondamentali deve avere la forza e il coraggio di indirizzare la società, di stimolare riflessioni, non di inseguire come un branco di pecore il consenso. Quale differenza passa tra chi come Salvini dice “Non sono razzista ma...”  e voi che dite “Non siamo contro l’accoglienza ma...”? Il mondo lo cambia chi ha il coraggio di chiedere diritti per chi non ne ha, nonostante le resistenze che incontrerà intorno a sé. E’ stato così per ogni diritto civile, dalla schiavitù ai diritti LGBT. Voi avete intenzione di passare la vita a dire “sì ma...” in funzione di un calcolo politico o avrete per una volta il coraggio di schierarvi dalla parte giusta della storia?
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento