menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biblioteca Civica, migliaia di libri e riviste accatastati. Il Comitato: "Rischio concreto di distruzione"

Leggere tra le ruspe ha diffuso le foto di migliaia di riviste rilegate e catalogate (3-4 mila), patrimonio del' Emeroteca e della Biblioteca Civica che si trovano abbandonate al piano terra della biblioteca stessa. La motivazione dello spostamento è dare spazio ai film della collezione Lino Ventura ma, come testimoniano le foto, "c'è il concreto rischio di distruzione di migliaia di documenti"

Dopo il recente dibattito sul futuro del Centro Cinema "Lino Ventura", in seguito a determine comunali (D.d-2012-1319 del 23/7/2014 circa la  "riassegnazione del personale ad altre sedi") che confermerebbero la chiusura del centro posto nella sede dell'Ospedale Vecchio in Oltretorrente, il comitato "Leggere tra le ruspe" aveva lanciato una petizione: "Che il Centro Cinema Lino Ventura viva!" chiusa con più di 1500 firme di cittadini a cui, ad oggi, l'amministrazione non ha dato risposta.

Oggi il comitato ha diffuso le foto di migliaia di riviste rilegate e catalogate (3-4 mila), patrimonio del' Emeroteca e della Biblioteca Civica che si trovano abbandonate al piano terra della biblioteca stessa. La motivazione dello spostamento è dare spazio ai film della collezione Lino Ventura ma, come testimoniano le foto, "c'è il concreto rischio di distruzione di migliaia di documenti ".

L'amministratore Ferraris ha parlato nel luglio scorso di "desherbage" che, tradotto, porterebbe ad "una drastica potatura dei patrimoni documentari cittadini per fare spazio a biblioteche più innovative, spaziose e con l'arredo di tavolini rischiando così di togliere spazio a libri e riviste". "L'amministrazione deve fare chiarezza sulla questione" dichiarano i membri del Comitato che intanto hanno stilato una serie di domande a cui l'ammistrazione sarebbe tenuta a rispondere, proprio "in nome di quella chiarezza e trasparenza tanto care dall'amministrazione pentastellata". 

La Soprintendenza per i Beni Librari dell’Emilia Romagna è stata informata di un’operazione di queste proporzioni e l’ha approvata? Sono state contattate le associazioni disponibili ad un parziale riciclo e riuso di queste riviste? La normativa relativa allo scarto del patrimonio bibliotecario consente lo scarto di riviste e periodici rilegati ? E comunque, è una cosa che ha senso visto le risorse spese per la rilegatura?

Durante l'incontro è stato mostrato un filmato a testimonianza dello stato di degradazione del 3° piano della Biblioteca Civica. Il  3° piano del plesso settecentesco, come dimostra il fimato, è occupato da guano di piccione, muri scrostati, crepe e umidità. Già nel 1999 (inizio amministrazione Ubaldi) era stata firmata una lettera dalla maggioranza dei lavoratori della Biblioteca che chiedeva la manutenzione e il recupero di questi spazi. Una parte era stata sottoposta a bonifica nel marzo/maggio del 2011 quando era in corso il "project financing"con l'impresa edilizia Pizzarotti costato, all'ammistrazione di Vignali, accuse di abuso di ufficio in concorso con la ditta edile.

Ma di quella bonifica dei locali non se ne è fatto nulla.  Il consigliere di maggioranza Nuzzo e il consigliere Pd di opposizione Bizzi, presenti all'incontro, si sono mostrati disponibili sia per la convocazione di una Commissione Cultura sul tema che per interrogazioni di consiglio comunale circa la collocazione delle documentazioni abbandonate.

Nuzzo si dichiara "stupito dell'assenza di informazione da parte dell'amministrazione". Riguardo alla commissione istituita per la presentazione del piano delle biblioteche di Parma "ci si sarebbe aspettata una documentazione condivisa e articolata ma di ciò non si è visto nulla, solo il pieno silenzio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento