Bilancio, il Pd contro l'austerità grillina: “Impoverisce il ceto medio”

Il Partito Democratico critica aspramente le scelte economiche dei Cinque Stelle per il risanamento delle casse comunali. Iotti: "Sarebbe meglio usare i soldi del fondo rischi invece di mettere in sofferenza le famiglie"

Bilancio di previsione. Il Pd non approva la ricetta grillina per il risanamento dei conti. A partire dall'IMU. “Gli 84 milioni di euro che entreranno nelle casse comunali – spiega Iotti – oltrepassano la cifra destinata alla spesa corrente, invece di accantonare il denaro in fondi rischi si potrebbe pensare, dopo aver fatto i dovuti accertamenti, di restituirne una parte alle famiglie. Il piano dei Cinque Stelle non prevede investimenti, ma come si fa così a migliorare il patrimonio pubblico?”.

Partecipate ed Stt non dovrebbero più essere finanziate per il Partito Democratico. “Sono in corso indagini giudiziarie – commenta Iotti – non  vale la pena spendere le azioni Iren per salvare le partecipate”. “Ci sono tre milioni di euro di tagli sul welfare – sottolinea il consigliere Volta – non è una cifra altissima, ma è una scelta che provocherà l'impoverimento del ceto medio. Si sta facendo gravare tutto sulle spalle delle famiglie che pagano in termini di rette e mense più alte il prezzo del debito causato da una malagestione della cosa pubblica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Basterebbero solo 300mila euro per ristabilire il quoziente Parma – continua – potremmo anche accantonare meno denaro, ma mantenere alta la qualità dei servizi”. “In più – dichiara Scarpino – i revisori dei conti hanno mostrato scetticismo per alcune voci di bilancio. Un  esempio? Sono stati messi i fondi che arriveranno dalle alienazioni di immobili, ancora incerte, a copertura di spese correnti. E se non riusciamo a vendere? Come copriamo le spese? Ricorda un po' il modo di amministrare della vecchia Giunta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'obbligo di mascherine all'aperto e la chiusura dei locali: ecco il nuovo piano anti-Covid 19

  • Betoniera si ribalta in tangenziale: muore il conducente 31enne

  • Coronavirus: riapre il reparto Covid al padiglione Barbieri

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento