Bioedilizia e riqualificazione contro cementificazione selvaggia

Progetti efficaci in Italia e all'estero come cappotti interni nei centri storici, uso canapa e l'esperienza di EcoSol di Fidenza i temi che saranno affrontati da Zaccanti Anab e Rigoni Sistema Energia da Forum Solidarietà

EcoSolfidenza.it

Un condominio che è molto più di un condominio nell'esempio a impatto zero di Fidenza, progetti come cappotti interni nei centri storici, l’uso della canapa, l’attenzione al risparmio energetico e al modo in cui i materiali impattano sull’ambiente generando inquinamento, il loro smaltimento e i costi, le esperienze efficaci in Italia e all’estero alcuni dei punti che saranno affrontati nel corso di un incontro organizzato da Forum Solidarietà in via Bandini il 16 febbraio prossimo alle 17,30 e promosso da Movimento Decrescita Felice e Associazione Verso il Distretto di Economia Solidale del Parmense. L’intento quello di affrontare la questione dell’avanzare della cementificazione dei terreni fertili, per riflettere sulle alternative sostenibili per l’ambiente come la bioedilizia e la riqualificazione dell’esistente. A parlarne Olver Zaccanti dell’Associazione Nazionale Architettura Bioecologica e Luca Rigoni, Sistema Energia, progettista di EcoSol Fidenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La filosofia che sottende l’atto costitutivo dell’ANAB, si sposa perfettamente con la decrescita; l’associazione si può definire compagna di viaggio rispetto al percorso Transition Town che sta venendo avanti a Parma”, si legge in un comunicato diffuso. Nel contesto dell’economia solidale nasce il progetto EcoSol Fidenza, nell’intento di dare vita in modo condiviso a uno spazio sostenibile a livello ambientale ma anche economico e sociale. L’intento è quello di spiegare come i casi a livello nazionale e estero e il caso locale con l’esperienza di Fidenza rappresentino esempi riusciti di esperienza partecipata dove i cittadini non sono più costretti a subire scelte di mercato ma sono fruitori attivi di un progetto basato sulla compartecipazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento