menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blom, accordo per la cassa integrazione. Evitati i 28 licenziamenti

si è trovata finalmente un'intesa. Anziché procedere con il licenziamento di circa 28 dipendenti si farà ricorso ad una Cigs in deroga a rotazione per sei mesi rinnovabile per altri sei

Dopo gli incontri delle passate settimane e quello di lunedì scorso, accompagnato da uno sciopero con presidio delle lavoratrici e dei lavoratori della società Blom, venerdi 23 novembre, fra Rsu e Slc Cgil e l'azienda assistita dall'Unione Parmense degli Industriali si è trovata finalmente un'intesa. Anziché procedere con il licenziamento di circa 28 dipendenti si farà ricorso ad una Cigs in deroga a rotazione per sei mesi rinnovabile per altri sei. Contestualmente potrà essere avviata una procedura di mobilità volontaria per favorire la ricollocazione e l'accesso alla pensione.

“Si tratta di un risultato importante – afferma Davide Fellini, segretario generale della Slc Cgil di Parma - a cui si è potuti giungere grazie alla condivisione con tutti i lavoratori della Blom degli obiettivi da perseguire, alla determinazione nel perseguirli ed al grande senso di solidarietà che i lavoratori hanno saputo dimostrare”. L'accordo prevede una serie di tutele sia in termini di equità nell'applicazione della Cigs sia in termini economici per ridurne l'impatto negativo Tutele che inizialmente non erano affatto scontate e che, grazie ad un confronto trasparente e collaborativo, è stato invece possibile conseguire.


“Sicuramente – continua Fellini - si andrà verso un periodo di sacrifici per i lavoratori coinvolti, ma occorrerà saper capitalizzare il risultato ottenuto al fine di creare, già dalle prossime settimane, anche con il coinvolgimento di enti locali, istituzioni e Università, le condizioni per garantire i posti di lavoro attraverso il mantenimento in Italia di un'azienda d'eccellenza, con professionalità e competenze uniche. Competenze che, come ad esempio è già avvenuto in occasione del terremoto che ha recentemente colpito la nostra regione, potranno rivelarsi fondamentali nell'ambito di piani di tutela e messa in sicurezza del territorio, quanto mai necessari dopo le ultime calamità “naturali” di queste settimane ed anni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento