Bond argentini, non informò la cliente: banca risarcirà 28 mila euro

Altra vittoria di Confconsumatori che ha assistito una risparmiatrice che investì tutto il patrimonio in obbligazioni: il Tribunale di Parma ha condannato l'istituto di credito

Ancora una vittoria di Confconsumatori a tutela di una risparmiatrice che aveva investito tutto il suo patrimonio in obbligazioni argentine. Il Tribunale di Parma - ha reso noto l'associazione - ha condannato una banca al risarcimento dei danni, pari a 28.390 euro oltre gli interessi, patiti da una risparmiatrice per avere acquistato titoli argentini nel dicembre 1998 e nel gennaio 1999. Secondo il Tribunale sarebbe evidente l'inadempimento dell' istituto poiché si trattava di un investimento inadeguato per la cliente per almeno due motivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In primo luogo perché la cliente aveva dichiarato una bassa propensione al rischio, mentre titoli come quelli argentini già all'epoca erano collocati dalle agenzie di rating nei 'not investment grade' con conseguente incerta capacità dell'emittente di fare fronte ai propri impegni. Inoltre l'investimento rappresentava la totalità del patrimonio investito dalla risparmiatrice ed era di conseguenza, per consolidata giurisprudenza, da ritenersi inadeguato. Il giudice ha dichiarato l'inadempimento dell'istituto per non avere informato per iscritto l'investitrice di questa circostanza e per non avere preteso la sua dichiarazione scritta di voler comunque effettuare l'operazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento