Cronaca Oltretorrente / Borgo Bosazza

Borgo Bosazza: tentativo di staccare il gas alle famiglie con bambini

Tensioni in corso davanti alle due palazzine occupate di Borgo Bosazza. Dalle 10.30 è in corso un tentativo di distacco delle utenze del gas che permettono alle 11 famiglie che vivono all'interno degli appartamenti di riscaldarsi e di cucinare: gli abitanti si sono opposti. Sul posto Polizia e Digos

E' l'effetto dell'articolo 5 del Piano Casa approvato dal Governo Renzi: secondo la norma infatti le utenze non possono essere attivate all'interno degli edifici occupati abusivamente. Così stamattina c'è stato un tentativo di distacco del gas nelle due palazzine -di proprietà di un privato- occupate il 18 ottobre 2014 da 11 famiglie con bambini sfrattate dalle proprie abitazioni. Il distacco del gas provocherebbe l'impossibilità di riscaldarsi e di cucinare per le famiglie e per i bambini che vivono all'interno dell'occupazione. 

Stamattina infatti ci sono stati momenti di tensione davanti alle due palazzine occupate nel quartiere Oltretorrente a Parma. Dalle 10.30 è stato avviato un tentativo di distacco delle utenze del gas che permettono alle 11 famiglie che vivono all'interno degli appartamenti di riscaldarsi e di cucinare: insieme a loro anche 8 bambini, tra cui 2 gemelline di 6 giorni, nate il 3 gennaio 2015. Gi abitanti e gli attivisti della Rete Diritti in Casa si sono opposti al distacco e sul posto sono arrivate due pattuglie della Polizia, oltre agli uomini della Digos. Sono presenti anche le auto di Iren con i tecnici che dovrebbero eseguire il distacco del gas. Nessun contatto tra le famiglie, gli attivisti e le forze dell'ordine: alla fine il distacco del gas oggi non avverrà ma, visto l'articolo 5 del Piano Casa, potrà avvenire nei prossimi giorni.

"Stanno staccando le utenze a delle famiglie con bambini piccoli -ha dichiarato Katia Torri della Rete Diritti in Casa- tra cui due gemelli appena nati. Queste sono le politiche sociali in Italia: fra l'altro il Governo non ha prorogato il blocco degli sfratti per finita locazione e ci troveremo di fronte ad una situazione disastrosa. Chiediamo che il Prefetto e il Comune di Parma mettano argine all'ondata di devastazione sociale a cui questo porterà e ci rivolgiamo anche ad Iren facciamo presente che a gennaio con temperature sotto lo zero stanno staccando le utenze a bambini appena nati: questo è socialmente inaccettabile"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Bosazza: tentativo di staccare il gas alle famiglie con bambini

ParmaToday è in caricamento