Cronaca

Buoni spesa e mascherine, Pizzarotti: "Ci siamo attivati per le distribuzioni"

Il sindaco: "Abbiamo già segnalato che le risorse che mancano all'appello sono 5 miliardi di euro: difficile rispondere ai commercianti e ai cittadini quando mancano le risorse"

Comincia per Parma una settimana chiave: martedì e mercoledì via alla distribuzione di buoni spesa e mascherine. Per quanto riguarda i buoni spesa: nei giorni scorsi il Comune ha fornito dei numeri, i buoni quindicinali andranno da un minimo di 100 ad un massimo di 260 euro. Per quanto riguarda la distribuzione dei buoni cartacei, invece, bisognerà aspettare.

"Saranno fondamentali questi giorni per il comune - dice il sindaco Federico Pizzarotti -. Inizierà oggi l'erogazione dei buoni spesa, abbiamo ricevuto più 4000 richieste online e 500, 600 telefoniche. Abbiamo effettuato le prime verifiche per constatare che chi ha fatto domanda avesse i necessari requisiti e abbiamo proceduto al caricamento della cifra decisa sia sulle piattaforme mobile per chi usa gli smartphone, sia sulla tessera cartacea". Non solo i buoni spesa, mercoledì sarà per Parma il giorno della distribuzione delle 88 mila mascherine, "quelle distribuite dalla regione - spiega il sindaco Federico Pizzarotti -. Sarà possibile ritirarle nelle 53 farmacie disponibili, una a testa per gli aventi diritto muniti chiaramente di tessera sanitaria. Abbiamo studiato un software che gestirà l'erogazione con un aggiornamento puntuale che risparmierà anche ai cittadini di girare per le varie farmacie, permettendo ai farmacisti stessi quindi di avere sotto controllo la situazione. Al momento daremo la precedenza agli over 65 e ad altre categorie deboli - spiega il sindaco - ricordando che nelle prossime ore verranno chiariti ulteriori criteri di distribuzione. Anche i figli potranno passare in farmacia per prendere le mascherine destinate ai genitori. La consegna avverrà solo dopo aver presentato la tessera sanitaria della persona a cui è destinata la mascherina. Il Comune distribuirà poi le mascherine alle associazioni che lavorano con i senzatetto e altre categorie deboli, ai detenuti e agli studenti fuori sede che sono negli alloggi universitari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni spesa e mascherine, Pizzarotti: "Ci siamo attivati per le distribuzioni"

ParmaToday è in caricamento