menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camion gru abbatte un palo del telefono e fugge

Gli agenti della Pedemontana lo hanno rintracciato grazie a una testimone. Oltre alla multa, il conducente dovrà risarcire il danno

A Monticelli Terme sono passate da poco le 14 quando in via Marconi, vicino alla scuola materna Micheli, un camion gru con il braccio posizionato male e troppo sporgente urta un palo del telefono. Ma l’autista, un 34enne residente a Roma anziché fermarsi e avvertire le forze dell’ordine, rallenta, rimette a posto la gru e se ne va a tutto gas lasciando il palo minacciosamente pericolante sulla strada. Ad assistere alla curiosa scena, però, c’è una signora che chiama
subito le forze dell’ordine. Sul posto arrivano i Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza il palo con i fili mestamente penzolanti e poco dopo arriva anche una pattuglia della Polizia Pedemontana. Rintracciare il camion pirata appare impossibile, perché la signora non è riuscita a leggere la targa. Ma il giorno dopo la donna nota lo stesso camion in sosta nel cortile della scuola in via Montepelato, dove si stanno effettuando dei lavori di ristrutturazione e questa volta la targa non le sfugge. Chiama immediatamente la centrale della Polizia Pedemontana che invia una pattuglia sul posto. Gli agenti chiedono agli operai chi è

l’autista di quel veicolo e il conducente viene presto identificato e multato con una sanzione da 264 euro per essersela svignata dopo aver provocato l’incidente e un taglio di 4 punti sulla patente. Ma non solo: la sua assicurazione dovrà risarcire il danno a Telecom. Si conclude così una storia a lieto fine che
dimostra quanto la collaborazione dei cittadini con le forze dell’ordine possa fare la differenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento