Via Burla, 30 atti di autolesionismo e 3 tentati suicidi nel 2012. E poi l'evasione

Sulla sicurezza della struttura pesa come un macigno l'evasione di due detenuti albanesi il 2 febbraio 2013, che risultano ancora latitanti. I dati del Sappe dimostrano che la nostra regione è una delle più alte nella classifica degli eventi critici

Carcere di Parma. Nel 2012 secondo i dati forniti dal Sappe, sindacato autonomo di polizia peniteniziaria, in via Burla ci sono stati 30 atti di autolesionismo da parte dei detenuti, 3 tentativi di suicidio, 1 suicidio e 8 decessi per cause naturali. Quest'ultimo dato riguarda tutta la regione Emilia-Romagna. Il caso eclatante del carcere di via Burla è stata l'evasione, il 2 febbraio 2013, di due detenuti albanesi che sono ancora latitanti. Ne seguirono furenti polemiche sulla sicurezza della struttura, considerata una delle più sicure in Italia.

"Per quanto riguarda gli atti di autolesionismo -sottoiinea Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto Sappe- l'Emilia Romagna è preceduta solo da Toscana, 1236, e Lazio, 668. Un dato che deve far riflettere, se si considera che regioni come la Sicilia, la Lombardia, il Piemonte e il Lazio stesso hanno molti più detenuti dell'Emilia Romagna. Sono, invece, 81 i ferimenti e 273 le colluttazioni (il carcere bolognese della Dozza è al primo posto in regione con 46 ferimenti e 100 colluttazioni), 60 gli episodi di danneggiamento a beni dell'amminisrazone, 628 gli scioperi della fame.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A livello ragionale ci sono stati 8934 manifestazioni di protesta collettive a favore o contro misure legislative (indulto, amnistia, disegni di legge vari); 2061 quelle per le condizioni di vita all'interno delle carceri. A livello nazionale, invece, gli atti di autolesionismo sono stati 7317, i tentativi di suicidio 1308, i suicidi 56, i decessi per cause naturali 97. Tutti questi eventi non fanno che aggravare il già difficilissimo compito della polizia penitenziaria che ormai da anni lavora con molti agenti in meno rispetto a quelli che dovrebbe avere. Mancano, infatti, 7500 agenti a livello nazionale e oltre 650 in Emilia Romagna. Numeri destinati a crescere nei prossimi due anni a causa dei tagli alle assunzioni. Ricordiamo che nei prossimi due anni potremo assumere solo il 37% del numero complessivo di agenti che andranno in pensione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento