Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Caso Pesci, sì al giudizio immediato per l'imprenditore e il pusher

I due uomini sono accusati di aver stuprato una 21enne all'interno dell'attico di via XXIV Maggio

Il Gip ha detto sì al giudizio immediato per l'imprenditore Federico Pesci e per il Wilson Ndu Aniyem, lo spacciatore nigeriano, accusati di aver stuprato una ragazza di 21 anni all'interno dell'attico di via XXIV Maggio. Il Pm Andrea Bianchi aveva chiesto il giudizio immediato, considerandolo un caso con "prove evidenti". Il Gip ha accettato la richiesta. Le pesantissime accuse nei confronti dei due sono violenza sessuale, lesioni personali aggravate e spaccio, solo per Wilson. A questo punto i due dovranno decidere se scegliere il rito abbreviato o affrontare il processo, con tanto di dibattimento. Con il rito abbreviato potrebbero avere lo sconto di un terzo della pena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pesci, sì al giudizio immediato per l'imprenditore e il pusher

ParmaToday è in caricamento