Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Oltretorrente / Ponte Caprazucca

Cft, presidio dei lavoratori all'Unione Industriali: "No ai licenziamenti"

Stamattina dalle 8.30 gli operai dell'azienda di via Paradigna sono davanti all'Upi in mobilitazione contro il rischio della perdita del posto di lavoro per 36 persone: le trattative sono in corso

fiom

Stamattina gli operai della CFT, che si trova in via Paradigna 94/a, in mobilitazione da settimane contro il rischio licenziamenti che colpirebbero 36 persone, sono in presidio a partire dalle 8.30 davanti all'Unione Parmense degli Industriali in strada Ponte Caprazzucca. La decisione è stata presa ieri durante un'assemblea dei lavoratori. Per tutta la giornata di oggi è stato indetto anche uno sciopero. Le trattative sono in corso. L'invito dei lavoratori che si stanno organizzando per difendere il posto di lavoro è alla partecipazione ed è rivolto a tutti i cittadini e alle realtà politiche e sindacali che hanno a cuore le sorti dei lavoratori.

Secondo quanto riferiscono alcuni lavoratori l'azienda non ha problemi di mercato ed esternalizza i 2/3 della produzione: a pesare sulle sorti dei lavoratori sarebbe soprattutto il debito di 65 milioni di euro a fronte di 80 miliardi di fatturato. Sarebbero le banche ad aver chiesto la riduzione dei costi fissi, ovvero i licenziamenti per concedere il rifinanziamento dei debiti. La CFT di Parma di Rossi & Catelli realizza macchine e sistemi per la trasformazione del pomodoro e della frutta.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cft, presidio dei lavoratori all'Unione Industriali: "No ai licenziamenti"

ParmaToday è in caricamento