Viabilità, dal 23 settembre al 6 ottobre chiude il raccordo A1-A15

Nei prossimi giorni saranno attuati importanti lavori di impermeabilizzazione del ponte autostradale sulla A1 a Pontetaro. I veicoli usciranno dall'A15 e prenderanno la tangenziale: previsti 350 veicoli in più all'ora

Dal 23 settembre al 6 ottobre chiude il raccordo fra Autocisa e Autosole in direzione Bologna. Nei prossimi giorni saranno attuati importanti lavori di impermeabilizzazione del ponte autostradale sulla A1 a Pontetaro, che richiederanno fra l’altro la temporanea chiusura dello svincolo di raccordo fra Autocisa e Autosole in direzione di Bologna. Ciò comporterà notevoli problemi in termine di aggravio della circolazione stradale, in quanto il traffico autostradale proveniente da La Spezia e diretto a Bologna dovrà incanalarsi sulla viabilità ordinaria per raggiungere il casello di Cortile San Martino. 

La questione è stata oggetto di un incontro in Prefettura, presieduto dal Prefetto, al quale hanno preso parte i rappresentanti di Polizia Stradale, Società Autostrade per l’Italia S.p.A., Autocamionale della Cisa S.p.A., ANAS S.p.A. e Comune di Parma, nel quale si è preso atto della necessità di procedere alla chiusura della immissione dall’Autostrada A15 sull’Autostrada A1, in direzione Bologna dalle ore 10 di lunedì del 23 settembre alle ore 6 di lunedì 7 Ottobre 2013.

In conseguenza di ciò si rende necessario procedere con interventi sulla viabilità ordinaria finalizzati a mitigare il forte carico di traffico che si potrà riversare dall’Autocisa sulla viabilità ordinaria. In esito al verbale dell’incontro, condiviso da tutti gli interessati, il Comune ha provveduto ad emettere un’ordinanza  per regolare il traffico nella zona nord-ovest della città, in modo da ridurre al minimo gli effetti sulla zona urbana

L’ordinanza prevede che i veicoli diretti all’Autosole in direzione Bologna, all’uscita di Pontetaro, si immettano nello svincolo del raccordo che porta alla tangenziale di Parma (senza quindi interessare l’abitato di Pontetaro) e che percorrano la tangenziale fino a raggiungere via Europa e da qui reimmettersi sull’Autostrada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poiché è prevedibile un flusso aggiuntivo medio di 350 veicoli l’ora (con punte che tendono al raddoppio), si è reso necessario intervenire per limitare altri ingressi in alcuni punti critici della tangenziale nord: in particolare l’ordinanza del sindaco prevede il divieto di immissione dallo svincolo della Crocetta in direzione Reggio Emilia, e il divieto di immissione da via Europa per i veicoli in tangenziale provenienti da est diretti all’Autostrada, che potranno percorrere via Paradigna o strada San Leonardo. Sarà chiusa anche l’immissione in direzione della tangenziale nord dalla via Emilia, in corrispondenza della rotatoria nei pressi dell’hotel Parma & Congressi. Dal 7 ottobre tutto dovrebbe tornare alla normalità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento