Messaggi via WhatsApp per vendere 'coca' e ketamina: 570 scambi in due anni

Un 22enne italiano è stato arrestato dai Carabinieri: spacciava nei giardini di Fontevivo, dopo aver preso accordi tramite il social network. Sette clienti hanno ammesso di aver acquistato la droga da lui

Spacciava cocaina, mariujana, hashish ma anche chetamina nei giardini di Fontevivo. Per due anni, dal 2015 e fino al gennaio 2017, ha portato avanti l'attività illecita, arrivando a vendere la droga in ben 572 episodi documentati dai Carabinieri. I militari dell'Aliquota Radiomobile infatti, nell'ambito delle azioni messe in atto per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato il 22enne F.A., italiano. il 16 gennaio. Al momento dell'arresto per spaccio di sostanze stupefacenti i militari hanno effettuato una perquisizione della sua abitazione di Fontevivo, trovando cocaina, ketamina, hashish e marijuana: un vero supermarket della droga, la base logistica della sua attività di spaccio. Dopo l'arresto gli inquirenti hanno ricostruito l'attività di spaccio, a partire dai numeri telefonici della rubrica. Sette clienti hanno ammesso di aver acquistato la droga da lui: sono stati documentati ben 572 episodi e uno scambio che ha fruttato circa 17 mila euro in due anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento