menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, pronte nuove regole anche a Parma

Le proposte degli scienziati al governo: "Niente strette di mano, distanza di sicurezza, anziani in casa e sport a porte chiuse per un mese "

Coronavirus. Ecco le indicazioni che verranno diffuse dal governo su proposta degli scienziati (comitato scientifico) nelle prossime ore e che riguarderanno anche Parma.

A Palazzo Chigi si è tenuta la riunione dei capidelegazione presieduta dal premier Giuseppe Conte per il varo delle soluzioni che serviranno a contenere l'infezione da Covid19. Oltre al Premier, erano presenti il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, il ministro della Salute Roberto Speranza, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, il ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova, il ministro della Cultura Dario Franceschini e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro.

DISTANZA DI SICUREZZA DI UN METRO - Sarebbero da evitare per 30 giorni manifestazioni, anche quelle sportive, che comportino l'affollamento di persone e il non rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro. E' una delle proposte del Comitato tecnico scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte, che potrebbero integrare il Dpcm del primo marzo e che sarebbero da adottare in tutto il Paese.

EVITARE SALUTI AFFETTUOSI - Evitare baci, abbracci e strette di mano, i gesti della consuetudine quotidiana con cui in Italia ci si saluta e che possono contribuire in maniera considerevole a far correre il contagio.

MANIFESTAZIONI A PORTE CHIUSE - Evitare per 30 giorni manifestazioni, anche quelle sportive, che comportino l'affollamento di persone e il non rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro". Questo è quanto riporta l'ANSA. Una delle proposte del comitato tecnico scientifico voluto dal Premier Conte prevede l'integrazione del decreto del Consiglio dei Ministri dello scorso 1 marzo. Un provvedimento da adottare in tutta Italia che coinvolgerebbe qualsiasi manifestazione pubblica, comprese quelle sportive. Non è da escludere lo stop per almeno 30 giorni del campionato. 

MISURE PER GLI ANZIANI - Le persone che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate sono invitate a non frequentare luoghi affollati. E' una delle raccomandazioni del Comitato tecnico scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte, che potrebbero integrare il Dpcm del primo marzo. Viene inoltre raccomandato a tutti di evitare, quando possibile, abbracci e strette di mano, e di mantenere la distanza di un metro dalle altre persone. Le misure riguardano l'intero Paese, per 30 giorni, ma sono da rivalutare ogni due settimane.

CHI HA LA FEBBRE NON ESCA - Anche chi dovesse avere una banale influenza, accusando qualche linea di febbre, senza essere mai stato nelle zone rosse o gialle e senza essere entrati in contatto con possibili positivi, è invitato a rimanere a casa.

STARNUTI E TOSSE - Chi starnutisce o tossisce utilizzi sempre un fazzoletto di carta da buttare immediatamente in un contenitore chiuso o, se ne è sprovvisto, utilizzi la piega del gomito

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

E' morto Rocco Caccavari: il ricordo di Lenz Fondazione

Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento