menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Massimo Allegri (al centro) con gli avvocati Paolo Della Sala e Antonio Sanson

Massimo Allegri (al centro) con gli avvocati Paolo Della Sala e Antonio Sanson

Allegri respinge le accuse: "Scelto per meriti scientifici, nessuna sperimentazione"

Il medico, accusato di essere il braccio destro di Guido Fanelli, ha risposto per un'ora e mezza alle domande del Gip Maria Cristina Sarli

Il medico Massimo Allegri si è presentato, poco dopo le ore 16 di ieri, 11 maggio in Procura a Parma dal Gip Maria Cristina Sarli, accompagnato dagli avvocati Paolo Della Sala e Antonio Sanson, per l'interrogatorio di garanzia, dopo il blitz dei Nas che lo ha portato agli arresti domiciliari con pesanti accuse. In primis quella di essere il braccio destro di Guido Fanelli. In un'ora e mezza Allegri ha parlato ed ha cercato di chiarire la sua posizione: "Non ho mai fatto sperimentazioni sui pazienti" si difende "non sarebbe stato fruttuoso nemmeno per la mia carriera scientifica". Massimo Allegri è passato come ricercatore universitario da Pavia a Parma: secondo l'accusa il regolamento che gli consentì il passaggio era stato creato su misura per lui. Per questo motivo uno dei capi di imputazione è abuso d'ufficio, di cui sono accusati anche Fanelli e il Rettore Loris Borghi. "Sono stato scelto per meriti scientifici" si è smarcato Allegri, che ha anche rigettato le accuse di scambi di denaro provenienti dalle case farmaceutiche per determinare le sperimentazioni sui pazienti: "Mai nessuna sperimentazione". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento