Allegri respinge le accuse: "Scelto per meriti scientifici, nessuna sperimentazione"

Il medico, accusato di essere il braccio destro di Guido Fanelli, ha risposto per un'ora e mezza alle domande del Gip Maria Cristina Sarli

Massimo Allegri (al centro) con gli avvocati Paolo Della Sala e Antonio Sanson

Il medico Massimo Allegri si è presentato, poco dopo le ore 16 di ieri, 11 maggio in Procura a Parma dal Gip Maria Cristina Sarli, accompagnato dagli avvocati Paolo Della Sala e Antonio Sanson, per l'interrogatorio di garanzia, dopo il blitz dei Nas che lo ha portato agli arresti domiciliari con pesanti accuse. In primis quella di essere il braccio destro di Guido Fanelli. In un'ora e mezza Allegri ha parlato ed ha cercato di chiarire la sua posizione: "Non ho mai fatto sperimentazioni sui pazienti" si difende "non sarebbe stato fruttuoso nemmeno per la mia carriera scientifica". Massimo Allegri è passato come ricercatore universitario da Pavia a Parma: secondo l'accusa il regolamento che gli consentì il passaggio era stato creato su misura per lui. Per questo motivo uno dei capi di imputazione è abuso d'ufficio, di cui sono accusati anche Fanelli e il Rettore Loris Borghi. "Sono stato scelto per meriti scientifici" si è smarcato Allegri, che ha anche rigettato le accuse di scambi di denaro provenienti dalle case farmaceutiche per determinare le sperimentazioni sui pazienti: "Mai nessuna sperimentazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

Torna su
ParmaToday è in caricamento