menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto di Paolo Signorini

L'arresto di Paolo Signorini

Corruzione, Ablondi: "Tempo scaduto. Non escludo altri arresti"

A seguito degli arresti di stamane, il consigliere dell'opposizione ribadisce: "Sono stati travolti. Chi può ancora sostenere una Giunta di questo tipo?"

Folla in attesa, sotto i Portici del Grano, per l'uscita del funzionario comunale Paolo Signorini, coinvolto nell'inchiesta "Easy money". Presente davanti al Comune il consigliere dell'opposizione Marco Ablondi che commenta senza stupore gli arresti di stamane.
"Se capissero che è scaduto il tempo massimo per restare in sella, fermarsi e smettere di arrecare danno alla città, sarebbe meglio anche per loro. Non è escluso che, di questo passo, qualcun altro debba subire l'onta del carcere. Direi che sono fatti incresciosi che non possono essere commentati. Io, al pari di altri dell'opposizione, e non solo, ho concorso a denunciare fatti che in un'amministrazione pubblica non si dovrebbero verificare.

Se i fatti che noi avevamo denunciato hanno innescato indagini, vuol dire che avevamo visto bene. E, se oggi, chi ha violato la legge ne deve pagare il prezzo, non possiamo che prenderne atto. Abbiamo portato alla luce fatti incresciosi, ci additavano come disfattisti che volevano strumentalizzare la faccenda. Oggi i frutti sono anche quelli della limitazione della libertà delle persone ma, chi è causa del suo mal, pianga se stesso".
 Ablondi sottolinea l'urgenza di misure significative, oltre alle dimissioni del Sindaco Vignali: "E' da settembre dello scorso anno che invoco il commissariamento del Comune, perchè bisogna aprire tutti i cassetti. Il commissariamento della città porterebbe qualcuno che mette sul tavolo la fotografia reale del disastro che è stato combinato. Bisogna partire da li per la ripresa e la rinascita della città. Se si continua a trascinare questa vicenda sino alla primavera delle elezioni, io credo che che Parma continui a subire un danno che i cittadini non meritano. Già i danni creati sono di una tale entità che ci vorranno anni perchè vi si ponga rimedio".

L'attesa è per prossime manifestazioni sotto i Portici del Grano, in vista del prossimo Consiglio Comunale, previsto per giovedì 29. "A questo punto sono stati letteralmente travolti – afferma Ablondi -, voglio vedere se verranno in Consiglio Comunale giovedì, e se avranno i numeri. Chi è che si sente di continuare a sostenere una  Giunta di questo tipo? Chi sin ora l'ha fatto in buona fede, si sente ancora di avvallare questi comportamenti? Ci sono dei dati di fatto inequivocabili. E' triste, molto triste".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento