Divieto consegna deleghe dai sindacati: il tribunale dà ragione alla Cgil

Conclusa con una conciliazione giudiziale che annulla la circolare con cui la direzione provinciale del Tesoro Parma e Piacenza vietava la presentazione delle deleghe sindacali. Lisa Gattini, Cgil: "Un attacco all'agibilità sindacale"

Si è conclusa con una sentenza del Tribunale di Parma in favore di una conciliazione giudiziale la vicenda controversa sul divieto di consegna delle deleghe da parte dei sindacati per tutti i dipendenti statali. Il caso è scoppiato con la circolare emessa il 15 gennaio 2014 da Rosaria Chizzini, direzione provinciale del Tesoro per Parma e Piacenza, dove si indicava il divieto di presentazione delle deleghe sindacali, possibile  unicamente da parte del lavoratore o del datore di lavoro.

Un problema, secondo quanto lamentato dal segretario generale Flc Cgil Parma Simone Saccani, sia dal punto di vista della privacy del singolo lavoratore, che di agibilità sindacale. A nulla sarebbero valse le richieste di incontro con la direzione provinciale del Tesoro, secondo quanto sottolineato anche da Lisa Gattini, segretaria confederale Cgil Parma. Una condotta antisindacale il rifiuto di ricevere deleghe sindacali conferite dai lavoratori iscritti, secondo la Cgil Parma, per i possibili disservizi e disagi in particolare per le 80 deleghe rimaste bloccate per via della circolare. "Si è trattato di un vero e proprio attacco all'agibilità sindacale- sottolinea Lisa Gattini, Cgil Parma - con una chiusura netta al dialogo e assenza di spirito collaborativo inibendo non solo l'aspetto organizzativo, ma anche quello di natura politica per il rispetto degli accordi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo dovuto presentare un ricorso per risolvere un problema che riguarda tutti i dipendenti statali e in particolare il settore della scuola, per l'alto numero di precari che ogni anno si iscrivono al sindacato", sottolinea Saccani, Flc Cgil. Dopo un incontro con il Prefetto e un'interrogazione parlamentare presentata da Patrizia Maestri, la scelta di presentare ricorso a fine marzo e la sentenza del 16 giugno scorso che riconosce quanto sostenuto dal sindacato, con una conciliazione in favore della possibilità di presentare le deleghe e l'annullamento della circolare del 15 gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento