menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carcere, detenuto prende a pugni un agente e lo manda all'ospedale

Il Sappe: "A Parma sono presenti circa 620 detenuti, per una capienza di 450 posti. Mancano oltre 115 unità di personale di polizia penitenziaria, tra agenti, sovrintendenti e ispettori"

Un agente della polizia penitenziaria è stato aggredito nel carcere di via Burla da un detenuto che gli ha sferrato due pugni al volto, facendolo cadere a terra. L'agente è stato immediatamente soccorso dai colleghi ed è stato portato in ospedale, dove ha ricevuto le cure mediche e gli è stata data una prognosi di dieci giorni.

Lo segnalano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, il sindacato autonomi di polizia penitenziaria ed Errico Maiorisi, vice segretario regionale. "Il detenuto - fanno sapere - è stato denunciato all'autorità giudiziaria e chiediamo all'amministrazione di sanzionarlo adeguatamente, secondo quanto previsto dall'ordinamento penitenziario. Non è tollerabile che il personale di polizia penitenziaria debba subire aggressioni fisiche, nel corso del servizio".

Il caso, secondo i due sindacalisti, riporta l'attenzione sul tema del sovraffollamento delle carceri e sulla carenza di personale. "A Parma - proseguono - sono presenti circa 620 detenuti, per una capienza di 450 posti. Mancano oltre 115 unità di personale di polizia penitenziaria, tra agenti, sovrintendenti de ispettori. In Emilia-Romagna mancano 650 unità e ci sono oltre 2000 detenuti in più".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento