Dopo Vignali: centinaia di cittadini festeggiano in Piazza Garibaldi

Dopo le dimissioni del sindaco, in contemporanea al consiglio comunale, che non ha ottenuto il numero legale, circa 500 persone si sono ritrovate in strada: per la prima volta presenza silenziosa con alcune bandiere di partito di Pd e Rifondazione

La 'festa' in Piazza Garibaldi

Centinaia di cittadini di Parma si sono ritrovati questo pomeriggio in Piazza Garibaldi per festeggiare le dimissioni del sindaco di Parma Pietro Vignali. Una piazza diversa da quella delle proteste degli ultimi mesi dopo lo scandalo tangenti, ultimo l'arresto dell'assessore Bernini. Un pò più istituzionale e un pò meno partecipata dai cittadini, come tutte le altre proteste promosse dal coordinamento de 'La Piazza'. Per la prima volta il Partito Democratico era presente con un banchetto e con numerose bandiere, presenti anche i simboli dell'Italia dei Valori e di Rifondazione Comunista.

Dopo le dimissioni di ieri sera numerosi partiti e movimenti politici hanno diramato la propria posizione rispetto alla crisi politica che ha portato alle dimissioni del sindaco. Oggi in piazza non c'erano le pentole e i fischietti ma solo un brusio di sottofondo, nessun intervento al megafono e pochi slogan. Una piazza silenziosa. Qulcuno ha portato una bottiglia e ha brindato, altri si sono confrontati sulla necessità di pensare ad un'alternativa per le elezioni dell'anno prossimo.

IL VIDEO DELLA FESTA IN PIAZZA

"Oggi abbiamo dimostrato -sottolinea Antonella- che la protesta popolare serve e può cambiare le cose: la presenza di tanti cittadini ad ogni consiglio comunale ha contribuito alla situazione attuale, alle dimissioni di Vignali. In questo modo rispondiamo a chi pensa che la gente non venga mai ascoltata e che scendere in strada non serve a niente". "Finalmente Vignali se ne è andato -dice Paolo- non poteva permettersi di rimanere ancora, dopo che anche il suo partito l'ha scaricato. Ora inizia una nuova fase che speriamo possa portare ad una presa di coscienza dei cittadini di Parma".

Dentro il Palazzo intanto il consiglio comunale è saltato, come prevedibile, per l'assenza del numero legale. I consiglieri di maggioranza infatti sono usciti dall'aula quando il presidente Elvio Ubaldi ha respinto la richieste del gruppo Impegno per Parma ha chiesto di ratificare le dimissioni di Vignali prima di quelle del consigliere Francesco Arcuri. Ubaldi ha letto la lettera di dimissioni di Vignali ma senza la maggioranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento