Comune, dipendenti in agitazione: "A rischio anche i servizi elettorali"

Cgil, Cisl e Uil dichiarano lo stato di agitazioni di tutti i lavoratori: "Il Comune ha sospeso unilateralmente il pagamento delle indennità derivanti dalla Contrattazione Decentrata definite negli anni passati"

"Le Organizzazioni Sindacali del pubblico impiego hanno appreso in queste ore che l'Amministrazione Comunale di Parma ha ritenuto opportuno sospendere unilateralmente il pagamento delle indennità derivanti dalla Contrattazione Decentrata definite negli anni passati. Ancora una volta bisogna prendere atto di come in Comune a Parma si predichi bene ma si razzoli male. la trasparenza e il confronto sono espedienti con cui imbonire i cittadini, mentre nel merito, senza nessuna discussione e in un assordante silenzio, si decide di tagliare quelle poche risorse dovute a riorganizzazioni attuate sulla pelle dei dipendenti del Comune.

Il Comune di Parma e la sua Delegazione Trattante si erano impegnati in dicembre presso la Prefettura ad incontri serrati che entro la fine di marzo avrebbero dovuto portare alla costituzione del fondo 2013, al fine di poter corrispondere la produttività collettiva da contratto. La sorpresa è arrivata invece in anticipo: un ulteriore taglio delle risorse che si somma a quello già attuato nel 2012. Evidentemente il debito del Comune lo devono pagare in particolare i dipendenti, per i quali, se sono anche cittadini residenti, con tutte le tasse assestate ormai sui massimi livelli, il salasso è garantito.

La scelta operata in maniera così scriteriata dall'Amministrazione potrebbe mettere in discussione servizi fondamentali come quelli elettorali perché, con la Proclamazione dello stato di agitazione da parte di FP CGIL, FP CISL e UIL FPL, rischierebbero di essere sospesi con la stessa modalità unilaterale: un bel guaio per l'amministrazione. Gli slogan del passato erano un Comune Amico e motivazione dei dipendenti, seducenti
enunciati travolti dagli scandali che hanno colpito il Comune. Oggi, con i vari tagli ai servizi, di Amico non è restato granché e sulle motivazioni si fa fatica a comprendere dove dovrebbero trovarle i dipendenti del Comune sentendosi oggetti di continue sopraffazioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per queste ragioni le Organizzazioni sindacali di categoria per tramite dei loro segretari Sauro Salati (FP CGIL), Annalisa Albertazzi (FPS CISL) e Gianni Fazio (UIL FP), proclamano lo stato di Agitazione di tutti i dipendenti del Comune di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento