menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme droga nelle scuole: il 40% degli studenti da uso di sostanze

Negli istituti superiori cittadini è allarme sostanze stupefacenti: negli ultimi anni il numero dei minorenni in cura al Sert è in aumento. Come cambia il consumo: dalla marjiuana alla ketamina

Il consumo di droga tra i minorenni di Parma e provincia è in aumento. Si stima che nelle scuole di Parma il consumo sia molto diffuso, si parla di oltre il 40% di studenti che avrebbe fatto uso di droga dentro le mura scolastiche: un'emergenza sociale con la quale sono chiamati a fare i conti gli operatori del Sert che hanno in cura anche i parmigiani minorenni, assuntori di droga. Il numero è pressochè uguale se parliamo dei giovani 18enni: una ricerca svolta dal Sert proprio all'interno delle scuole superiori mostrava la compenetrazione della droga nelle classi di tutti gli istituti superiori: una presenza ormai costante che si aggiorna per quanto riguarda le sostanze utilizzate ma rimane inviariato e con una lieve crescita per quanto riguarda il numero di studenti che ne fanno uso. Secondo gli ultimi dati disponibili tratti dallo studio Espad-Italia relativo alle città dell'Emilia-Romagna uno studente su quattro fa uso di sostanze stupefacenti a scuola: per Parma il dato, secondo quanto riferito da alcuni operatori, andrebbe aumentato: la percentuale degli studenti consumatori si aggirerebbe intorno al 40%. 

In molti Istituti superiori e nei Centri di formazione l'utilizzo di droga è all'ordine del giorno. Non è certo un fatto nuovo o di questo 2016: la tendenza è in crescita da almeno cinque anni. Resta da capire come contrastare il fenomeno: il Sert offre un percorso di disintossicazione graduale, con operatori specializzati al fianco della persona in cura. Le forze dell'ordine, negli ultimi anni, hanno intensificato i controlli negli Istituti scolastici superiori cittadini: la tipica perquisizione con i cani nelle aule è in aumento e i risultati si sono visti, con il sequestro di vari tipi di sostanze, tra cui in particolar modo marjiuana e hashish. Ma a Parma come in altre città del Nord Italia è in aumento l'uso di sostanze sintetiche, come anfetamine e allucinogeni. I blitz contro lo spaccio davanti agli Istituti scolastici hanno mostrato che agli studenti non viene venduta più solo marijuana ma anche Lsd, ketamina e anfetamine, le nuove droghe dello sballo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento