menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Droga dello stupro", maxisequestro di ecstasy liquida: arrestato un 48enne

Almeno 5mila le dosi che si sarebbero ricavate dal Gbl. Si tratta del primo ingente sequestro in Italia di questa nuova sostanza. Chi la assume, oltre a perdere i freni inibitori, dopo non ricorda più nulla

Aveva offerto al partner una dose di Gbl (acido Gamma Butirro Lattone), riducendolo in fin di vita. Un italiano 48enne è stato arrestato a Parma nei giorni scorsi dagli uomini della Squadra Mobile, Sezione Antidroga, con l'accusa di detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti.
Grazie alle dichiarazioni del 20enne che era stato ricoverato all'Ospedale Maggiore  per overdose, è scattato il blitz presso l'abitazione del pusher,  un insospettabile impiegato senza precedenti penali, arrestato in casa poiché trovato in possesso di 2,5 litri di pura ecstasy liquida (Gbl), dai quali potevano essere ricavate 5mila dosi.

In Italia si tratta del primo sequestro di ingente portata di questa sostanza, una droga non ancora molto conosciuta, ma dagli effetti devastanti. Una piccola dose, 0,6 mg, assunti per via orale, può portare allo sballo, mentre sono sufficienti 1,2mg per andare in overdose. Il Gbl è il precursore del Gbh, meglio conosciuto come droga dello stupro, si assume per ingestione e una sola goccia può danneggiare le cellule cerebrali e le mucose, provoca sonnolenza e ha effetti narcotici. Viene impiegato nei farmaci per curare l'etilismo e nell'industria dei solventi come sverniciatore, ma è anche una potentissima droga, riconosciuta dallo stato italiano nella Tabella I delle sostanze stupefacenti.

La Mobile sta verificando se dietro il pusher di 48 anni vi sia una rete di smercio collegata alla criminalità organizzata. É verosimile pensare che  l'uomo abbia acquistato il Gbl in Olanda e l'abbia portato a Parma in auto. Essendo uno stupefacente poco conosciuto in Italia, nonostante la sua prima comparsa sulla penisola risalga agli anni '90, non si conosce ancora come sia il mercato. Inoltre, questa sostanza non viene riconosciuta dai cani antidroga, perciò è molto facile che sfugga anche ai più attenti controlli.

L'episodio di Parma messo in allerta il Sert. La direttrice, , ha espresso le proprie preoccupazioni: “minima è la differenza tra la dose da sballo e quella letale. Inoltre, non vi sono mezzi diagnostici per riconoscere l'assunzione, la sostanza non è reperibile da alcun esame tossicologico. La droga dello stupro viene impiegata principalmente in discoteca, quindi è necessario sollecitare i giovani a tenere d'occhio i propri bicchieri. É importante sottolineare che, una volta passato l'effetto, la vittima non ricorda nulla, proprio per questo è facile approfittarsene. Il binomio assunzione-stupro preoccupa anche per quanto riguarda la trasmissione del virus dell'Hiv”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento