menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guardia di Finanza

Guardia di Finanza

Finge di vendere il capannone: imprenditore evade 800 mila euro

A Roccabianca un parmigiano operante nel settore edile ha tentato di 'disfarsi' dell'immobile della società per non pagare le imposte, la Guardia di Finanza l'ha scoperto e denunciato: il bene è stato sequestrato

Finge di vendere il capannone della società per non pagare le tasse. La truffa non è sfuggita agli uomini della Guardia di Finanza che, dopo avere svolto le indagini, hanno denunciato V.G., imprenditore parmigiano alla Procura della Repubblica di Parma. I militari di via Torelli hanno eseguito il provvedimento a Roccabianca. L'imprenditore, operante nel settore edile, visto il cospicuo debito erariale nei suoi confronti, aveva pensato bene di “disfarsi” del capannone (del valore complessivo di oltre 300mila euro) riconducibile alla propria azienda.


L’attività investigativa si era incentrata proprio su questa “vendita” alquanto anomala: se da un lato l’imprenditore aveva ceduto l’immobile dall’altro era stato appurato che l’acquirente era un’altra ditta, con diversa denominazione sociale ma, di fatto, risultata riconducibile al medesimo soggetto. Tenuto conto dell’ingente somma dovuta dall’imprenditore all’erario (oltre 800mila euro) nonché della sua condotta fraudolenta, è stata accolta la richiesta di sequestro preventivo dell’immobile formulata dai finanzieri, ai quali non è rimasto altro che “cautelare” l’ingente pretesa erariale da parte dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento