Federico Pesci resta ai domiciliari: no alla richiesta di revoca

La difesa aveva chiesto il provvedimento ma il Giudice ha confermato gli arresti nella casa dei genitori

Federico Pesci, il 46enne imprenditore parmigiano accusato di violenza sessuale e lesioni aggravate nei confronti di una ragazza di 21 anni, rimarrà agli arresti domiciliari all'interno dell'abitazione dei genitori. Il Giudice infatti ha detto no alla richiesta di revoca del provvedimento presentata dagli avvocati della difesa, Fabio Anselmo insieme a Mario L'Insalata. Secondo i magistrati, che hanno adottato il provvedimento, ci sarebbe ancora rischio di reiterazione del reato. Pesci è ormai da sette mesi a casa dei genitori ma può uscire per andare al lavoro fino al suo negozio di abbigliamento a Parma.

Durante l'udienza del 17 aprile Pesci si era difeso rilasciando anche alcune dichiarazioni all'uscita. Tutta questa vicenda è molto lontana da quello che è successo. Io nella vita ho fatto anche tante cose buone e probabilmente il successo mi ha dato alla testa. Io non ho fatto nulla di quello che mi è stato addebitato e spero di poterlo mostrare presto. Il mio patimento è stato talmente tanto che non vedo l'ora che questa vicenda finisca". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • Collecchio: è morto il bimbo di 5 anni precipitato dalla finestra

  • Pauroso schianto tra auto e camion nella notte a Botteghino: un morto

  • Regionali, a Parma vince la Borgonzoni: Lega primo partito al 36,50%

  • Scontro frontale a Botteghino: muore un 33enne di Pilastrello

  • Oliviero Toscani e Fabrica cercano fotografi per Parma2020

Torna su
ParmaToday è in caricamento