menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Conferenza stampa Squadra Mobile

Conferenza stampa Squadra Mobile

Fermati al casello A1: nel sedile 6 etti di coca proveniente dal Belgio

Fermati a seguito di controlli in concomitanza del Cibus due domenicani a bordo di un'auto a noleggio. Nel sedile posteriore cinque ovuli di coca per un valore di 120 mila euro

Avevano insospettito gli agenti della Squadra Mobile due uomini di origine sudamericana che, a bordo di un'auto a noleggio, si erano apprestati a uscire al casello autostradale. Fermati per un controllo pochi giorni fa in pieno giorno, nell'ambito di un'incentivazione dei controlli della Polizia in concomitanza con l'evento internazionale Cibus, i due, dominicani residenti in Belgio, sono stati trovati in possesso, nel sedile posteriore dell'auto, di 5 ovuli di droga. Poco meno di sei etti di cocaina a un buon grado di purezza, che una volta tagliata, avrebbe fruttato circa 120 mila euro sul mercato.

Non ancora nota la destinazione della droga, se nella provincia di Parma o in altre località della regione, ancora da capire se i due fossero corrieri incaricati del trasporto per la consegna a un destinatario probabilmente ignoto. A pagare le conseguenze del traffico di sostanze stupefacenti, con l'aggravante internazionale, il titolare del noleggio dell'auto, domenicano classe 1974. Il passeggero che era con lui è già tornato in Belgio. Nessun precedente specifico per i due, ma a seguito del fermo è nata una collaborazione con l'Interpol per indagare in merito a destinazione e destinatari del traffico di droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento