Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Parmigiano sono anch'io": il 1° maggio lavoratori immigrati in festa

Sarà una giornata di danza, musica, letture. Questa manifestazione ha lo scopo di far notare che gli immigrati di Parma, nuovi parmigiani, hanno voglia di partecipare alla vita politica della città

Gli immigrati e non solo, festeggiano il 1° maggio. Il Tavolo Immigrazione, insieme alle comunità straniere della Provincia di Parma di origine albanese, argentina, burkinabè, camerunese, indiana, ivoriana, moldava, nigeriana, senegalese e tunisina, organizza il 1° maggio alle ore 15 la Festa degli Immigrati lavoratori (e non lavoratori).

"Sarà una giornata di danza, musica, letture. Questa manifestazione - dicono gli organizzatori - ha lo scopo di fare notare che gli immigrati di Parma, nuovi parmigiani, hanno voglia di fare sentire la loro presenza e di partecipare alla vita politica della città. Sono anche loro lavoratori. Persone. Cittadini. Molti di loro sono diventati italiani e dunque hanno il diritto di voto".

Pur aderendo alla manifestazione della mattina (indetta dai sindacati, movimenti, associazioni), il comitato formato dalle diverse comunità di stranieri e dal Tavolo Immigrazione ha pensato di organizzare una manifestazione a valenza culturale con balli, canti, musica.
"Approfitteremo - concludono gli organizzatori - per lanciare la campagna "PARMIGIANO SONO ANCH'IO", per portare ad una partecipazione attiva degli immigrati alla vita politica della città di Parma.

GUARDA LO SPOT

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parmigiano sono anch'io": il 1° maggio lavoratori immigrati in festa

ParmaToday è in caricamento