Festa multiculturale: dedicata all'accoglienza la 18a edizione

Sei giorni di musica, spettacoli, laboratori, teatro, eventi per bambini al parco Nevicati di Collecchio per la 18a edizione della Festa Multiculturale. Promossa la campagna "La civiltà dell'accoglienza" per rendere disponibili alloggi a meno abbienti

E' incentrata sull'accoglienza la 18a edizione della Festa multiculturale di Collecchio, prevista dal 27 giugno prossimo al Parco Nevicati. A dare vita all'evento oltre un centinaio tra associazioni e comunità di migranti per sei giorni di incontri tra musica, spettacoli, mercatino, iniziative culturali, laboratori e 24 diverse cucine dal mondo. "Un evento che fa parte del nostro dna, perchè favorisce un rapporto con realtà lontane e nuovi modelli di vita", ha sottolineato Fabio Fabbro, Forum Solidarietà. Attesi quest'anno 12.500 visitatori per un programma fitto di iniziative che si aprirà con l'incontro I mille volti dell'accoglienza, con appuntamenti pensati anche per i più piccoli, spettacoli teatrali, danze etniche e musica dal mondo. Saranno trasmessi documentari a tema e presentati libri, tra cui quello di Giuliano Giuliani. (Il programma).

"Il tema di quest'anno  - sottolinea Emilio Rossi. Festa multiculturale - aderisce alla volontà di rilanciare il valore umano e la pratica dell'accoglienza. Ci siamo chiesti cosa possiamo fare davanti a un numero crescente di sfratti per morosità. Da qui l'idea di lanciare la campagna La civiltà dell'accoglienza: chi ha un appartamento non utilizzato può metterlo a disposizione di un'associazione per ospitare persone in difficoltà, con la garanzia di riaverlo quando ne avrà bisogno. E' fondamentale trovare risposte adeguate a questo problema non solo attraverso singole associazioni ma come comunità". Tra le novità anche la collaborazione con il museo Guatelli nel segno della cultura materiale, con stand e la possibilità di visite guidate. Ricordato nel corso della conferenza stampa l'omaggio che anche quest'anno la festa multiculturale dedica a Giacomo Truffelli, promotore dell'iniziativa. Grande soddisfazione per l'evento quella espressa dal sindaco di Collecchio Paolo Bianchi: "I collecchiesi hanno apprezzato sin da subito la festa, considerandola come un simbolo di integrazione a beneficio di tutta la comunità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A gestire l'infopoint il centro interculturale, che come sottolineato da Svetlana Erokhina, è un'occasione per accogliere richieste e promuovere le attività in corso. "E' un ritrovarsi con fiducia, considerazione e condivisione, ma con un credito aperto - sottolinea Marcella Saccani, assessore politiche sociali Provincia di Parma -. E' anche un'occasione di polemiche per chi lo considera un mondo estraneo e critica le istituzioni che sono dentro questi processi. Si tratta di uno degli eventi della provincia che dobbiamo continuare a raccontare per farla diventare sempre più la festa di tutti, cominciando ad annullare il concetto di diversità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento