menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fidenza, il sindaco in ospedale con il pensionato accoltellato: 'Ti porto l'abbraccio della città'

Il sindaco di Fidenza Andrea Massari ha incontrato in Ospedale Roberto Frati, il fidentino accoltellato qualche giorno fa, ricoverato in gravi condizioni: "Ho trovato Roberto in grande recupero dopo la terribile aggressione di cui è stato vittima. Ho parlato con tutto lo staff medico e, giustamente, è d'obbligo essere prudenti e seguire il consolidamento del quadro clinico, ma dopo tanti momenti di paura è davvero liberatorio dire che il peggio è passato"

Il sindaco di Fidenza Andrea Massari ha incontrato in Ospedale Roberto Frati, il fidentino accoltellato qualche giorno fa, ricoverato in gravi condizioni. La sua situazione sanitaria è andata via via migliorando mente il presunto aggressore è stato arrestato. 

"E' stata una fortissima emozione poter incontrare in Ospedale a Parma -ha dichiarato il sindaco di Fidenza Andrea Massari- poco fa, il nostro concittadino Roberto Frati, per portargli l'abbraccio di Fidenza e dargli testimonianza delle centinaia di messaggi di preghiera e di speranza che mi sono arrivati in questi giorni, tutti dedicati a lui, attraverso i mezzi più disparati, da Facebook alle mail passando per Whatsapp.  Una straordinaria dimostrazione di solidarietà che dimostra, ancora una volta, quanto sia speciale la Comunità di Fidenza. 

Ho trovato Roberto in grande recupero dopo la terribile aggressione di cui è stato vittima. Ho parlato con tutto lo staff medico e, giustamente, è d'obbligo essere prudenti e seguire il consolidamento del quadro clinico, ma dopo tanti momenti di paura è davvero liberatorio dire che il peggio è passato. Considero doveroso ricordare che questo grande evento è merito di due protagonisti: l'ottimo lavoro dell'Ospedale di Parma – di cui ringrazio il primario Fausto Catena, i medici Marco Bertolani e Nicola Busi che ha eseguito l'intervento su Roberto, unitamente a tutto il personale medico e paramedico della Rianimazione – e l'affetto unico con cui la famiglia ha protetto Roberto. Una famiglia speciale, come ho potuto toccare con mano anche oggi, parlando con la moglie Ivana e la figlia Chiara, oltre che col figlio Don Alessandro, col quale sono stato in costante contatto subito dopo l'accoltellamento del padre. 

Superare un trauma di questo tipo non è solo una questione medica ma un fatto che richiede tempo e tanta consapevolezza di non essere mai soli. Fidenza c'è stata, c'è e ci sarà al fianco di Roberto e della sua famiglia, basta parlare con la nostra gente per comprenderlo. Ecco perché oggi ho voluto confermare a Roberto e alla famiglia di poter contare sempre sul Comune, anche quando verrà il momento del processo al balordo che è stato arrestato".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento