Shock in una stalla di Fontanellato: 40 bovini morti per sete e fame

Il Comandante dei carabinieri della stazione di Fidenza Giuseppe Cacciaguerra: "Sono intervenuti anche i veterinari dell'Ausl che hanno escluso la presenza e la diffusione di malattie infettive"

Stalla immagine di repertorio

Non un atto di crudeltà messa in atto in maniera intenzionale ma probabilmente un disagio sociale quanto ipotizzato a seguito dell'ispezione dei carabinieri in una stalla nei pressi di Fontanellato. L'intervento degli uomini dell'Arma è avvenuto a seguito della segnalazione di un cittadino che ha preferito mantenere l'anonimato, per sollecitare un intervento immediato in favore di animali sofferenti.

"Siamo intervenuti nella stalla a seguito di quanto segnalato da un cittadino e abbiamo riscontrato che effettivamente su 80 vitelli circa 35-40 erano morti - sottolinea il Comandante della stazione di Fidenza Giuseppe Cacciaguerra -. Sono intervenuti anche i veterinari dell'Ausl che hanno escluso la presenza e la diffusione di malattie infettive. La morte degli animali è avvenuta per assenza di acqua e di una nutrizione adeguata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario dell'azienda agricola aveva affidato la gestione degli animali tramite soccida, un contratto diretto tra chi possiede il bestiame e chi lo alleva. In questo caso, un lutto improvviso e la difficoltà a gestire da sola il bestiame ha portato la soccidaria a non farcela. Secondo quanto reso noto, gli animali in vita ora sono in buone condizioni.

Tra i dubbi sulla mancata conoscenza del proprietario della situazione in atto, dopo il rapporto alle autorità giudiziarie, sono in corso le verifiche del caso per appurare eventuali responsabilità in merito alla morte dei bovini e alla malnutrizione di quelli rimasti in vita. "Dopo l'ispezione alla presenza anche dei veterinari, è stata disposta la rimozione delle carcasse e una ditta esterna è stata incaricata del loro seppellimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento