menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Froneri. Maestri: “Sostegno convinto all’impegno per la ricerca di un’intesa”

La deputata Pd ha sollecitato la convocazione del tavolo nazionale

"La conferma del tavolo di confronto nazionale, convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico per giovedì prossimo (26 ottobre), è positiva e rappresenta la prima risposta del Governo all’irrigidimento dell’azienda che parrebbe intenzionata a confermare la chiusura dello storico stabilimento produttivo di Parma e il licenziamento di 120 lavoratori senza ricorrere nemmeno alla cassa integrazione. Una prospettiva inaccettabile che contrasteremo ad ogni livello”.
 
“Subito dopo la riunione al Ministero, il Governo risponderà in Commissione Lavoro all’interrogazione che ho presentato nei giorni scorsi. Anche quella sarà l’occasione per avere un formale aggiornamento sugli sviluppi della trattativa e per tornare a sollecitare una soluzione che tenga conto delle rivendicazioni dei lavoratori ai quali, va ribadito senza alcuna ambiguità, deve essere offerta ogni possibile garanzia, a partire dall’accesso senza condizioni agli ammortizzatori sociali e dal diritto di vedersi offerte nuove opportunità di impiego”.

 
“Per la Froneri dev’esserci la mobilitazione di tutta la città e di tutti i parmigiani; per questa ragione, insieme ai colleghi Romanini e Pagliari, metteremo in atto ogni iniziativa necessaria affinché i Ministri Calenda (Sviluppo Economico) e Poletti (Lavoro) si dedichino con un impegno straordinario alla soluzione di questa difficile vertenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento