V.Mentana: sfondano a picconate vetrata bar per rubare, 2 arresti

Fondamentale segnalazione di un cittadino sul fare sospetto di 4 persone all'1 del mattino davanti al bar Caffelatte. La banda dopo aver sfondato a picconate la vetrata ha forzato macchine cambiasoldi e videopoker

Un furto efferato quello che una banda di albanesi ha cercato di mettere a segno ai danni del bar Caffelatte di viale Mentana attorno all'una del mattino di oggi. Grazie alla segnalazione fondamentale di un cittadino che aveva notato il fare sospetto di 4 persone davanti al locale, l'intervento tempestivo della Polizia ha permesso l'arresto di 2 dei 4 ladri, grazie alla stretta collaborazione con i Carabinieri intervenuti dopo la comunicazione inoltrata dagli agenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Col volto travisato da sciarpe e cuffie, la banda ha fatto irruzione nel bar spaccando la vetrata a colpi di picca e martello. Tagliati i fli di telefono e telecamera di sicurezza, erano intenti a forzare le macchinette cambiasoldi e il videopoker riuscendo ad arraffare poco più di 300 euro mentre sono stati interrotti dall'arrivo delle forze dell'Ordine. Lasciati sul posto picca e martello si sono dati alla fuga.

Con l'intervento della Polizia è stato possibile fermare G.E., 24 anni, albanese, regolare sul territorio nazionale e con precedentei per reati di immigrazione clandestina. L'uomo aveva guanti blu e un cellulare. L'intervento dei Carabinieri sul lato opposto ha permesso, nei pressi della stazione ferroviaria, l'arresto di un altro complice, L.L., 22 anni albanese regolare sul territorio nazionale, residente a Parma e con precedenti per furto aggravato e ricettazione. L.L. aveva con se cuffia, guanti e 2 cellulari. Sui due arrestati pende l'accusa di furto aggravato, danneggiamento, possesso di armi improprie, porto di oggetti atti a offendere, falsa attestazione a pubblico ufficiale, perchè avevano fornito un domicilio diverso da quello effettivo. Sono in corso le indagini per risalire agli altri due complici del furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento