menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo in casa da 4.500 euro a San Secondo: tre albanesi arrestati e condannati

Intervento dei Carabinieri di San Secondo e Roccabianca che hanno fermato i tre ladri che avevano appena effettuato un furto in casa di una signora: condannati a 3 anni di reclusione

Uno dei ladri le è entrato in camera da letto alle 3 e mezza del mattino del 4 novembre e l'ha svegliata. Una donna di San Secondo Parmense ha urlato alla vista del ladro che si è dato alla fuga. La prontezza di riflessi le ha permesso di avvertire subito i Carabinieri che sono intervenuti sul posto. Nel frattempo il fratello della donna è uscito ed ha visto i fari di un'auto che si allontanava. 

I militari della Stazioni di Roccabianca e San Secondo Parmense sono riusciti ad intercettare il veicolo dei ladri nei pressi del centro commerciale Nabucco. Si trattava di una Fiat Punto con a bordo quattro uomini. Imposto l’Alt i carabinieri hanno atteso l’arrivo dei commilitoni di rinforzo, provenienti della Stazione di Zibello: insieme hanno fatto scendere uno ad uno gli occupanti del mezzo, procedendo ala loro perquisizione. I tre albanesi, regolari sul territorio nazionale e residenti a Parma tentato di giustificare la loro presenza in quel luogo ed a quell’ora dichiarando di stare recandosi al lavoro. I quattro sono: C. O, nato Albania nel 1990, residente a Parma; M. Z., nato Albania nel 1989, residente Parma S. E., nato Albania nel 1985 abitante in Parma;L. E., nato  Albania nel 1986 abitante in Parma tutti con precedenti di polizia fatta eccezione per l’ultimo.

A bordo dell’auto e sulla erano rinvenuti oltre che il tradizionale kit da scasso, anche denaro e svariati gioielli in oro che la vittima del reato poco più tardi avrebbe riconosciuto come oggetti di sua proprietà per un valore di circa 4.500 euro. La refurtiva è stata immediatamente restituita alla signora. I quattro albanesi, dichiarati in arresto in flagranza di reato di furto in abitazione, la mattina del giorno 5 erano tradotti di fronte al Giudice di Parma che al termine dell’udienza di convalida, con rito abbreviato ha condannato 3 di essi a 3 anni di reclusione disponendone il trasferimento immediato in carcere.

La notte del 6 novembre intorno alle ore 02.00, questa volta i carabinieri di Roccabianca e San Secondo Parmense, hanno bloccato una Peugeot 206 con tre albanesi. si trattava di un veicolo che era stato osservato transitare dal casello a/1 dalla pattuglia della stazione di Soragna. Poco più tardi i militari delle stazioni di Roccabianca e San Secondo parmense hanno visto un veicolo che procedeva ad andatura troppo lenta in paese: a bordo tre cittadini albanesi residenti nel milanese. Tutti i soggetti erano gravati da numerosi precedenti di polizia. 

L. G. nato Albania nel 1975, e M. G. nato in  Albania nel 1988, risultavano inottemperanti a provvedimenti di espulsione amministrativa emessi nei loro confronti dal prefetto di Milano. Invece  L.B.  nato Albania nel 1990 abitante a Milano, era in regola con la posizione di soggiorno. Mentre per quest’ultimo si è provveduto al rimpatrio con foglio di via obbligatorio, per i primi due è scattata la denuncia per inosservanza del decreto di espulsione. la mattina seguente sono stati accompagnati presso la questura di Parma per la nuova procedura di espulsione: i due sono stati infine accompagnati nel CIE di Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento