Cronaca

Giornali cartacei, calano le vendite della Gazzetta di Parma

Perse 1.516 copie in diffusione, 2.369 in vendita e 1.463 nella 'totale pagata' comprendente gli abbonamenti che sono aumentati di 906 unità ed hanno limitato i danni. Cala di 1.525 copie la tiratura

Accertamenti Diffusione Stampa ha reso noti i dati di diffusione e vendita dei giornali cartacei italiani. Tranne poche eccezioni (Italia Oggi, Sole 24 Ore, Il Fatto Quotidiano e Libero), la maggior parte delle testate stampate è in calo. Emorragia di vendite per la Gazzetta di Parma che passa da 29.831 copie del novembre 2010 a 27.462 nello stesso mese del 2011. Meno 2.369 copie che significano un calo di quasi l'8%, anche se il dato della 'totale pagata' è di 36.874 copie contro le 38.337 dell'anno precedente, con un calo di 1.463 che in termini percentuali è pari a 3,8 punti. 
Cala anche la tiratura media che passa da 48.809 a 47.284 e per quanto riguarda la diffusione, le copie passano da 40.268 a 38.752.

Colpa della crisi o dell'avanzata inevitabile del web? Se da un lato, a Parma, i giornali cartacei che sono nati in questi anni per provare a scalfire il monopolio della Gazzetta hanno chiuso fallendo nei piani economici più elementari, dall'altro sono aumentati i lettori di quotidiani online che attraverso l'uso delle nuove tecnologie richiedono notizie sempre più 'last second' e meno approfondimenti da editoriale.

Chissà se prima o poi anche lo storico giornale parmigiano dovrà cedere il passo allo strapotere della rete e 'switchare' definitivamente sull'online. Di sicuro i dati non sono confortanti.

GUARDA IL CONFRONTO
NOVEMBRE 2010

NOVEMBRE 2011

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornali cartacei, calano le vendite della Gazzetta di Parma

ParmaToday è in caricamento