rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Langhirano

Incendio da Galloni, lavoro intenso: ora si progetta la ricostruzione

I Vigili del Fuoco hanno lavorato per tutta la giornata di ieri, 15 luglio fino alle 21: nello stabilimento si lavora minuto per minuto per stimare i danni e progettare il nuovo stabilimento

Due giorni dopo il maxi-incendio che ha distrutto quasi completamente il salumificio Galloni di Langhirano, uno dei più rinomati nella zona, si ragiona con più calma sulle cause che hanno portato allo scaternarsi delle fiamme all'interno del magazzino e sul futuro dello stabilimento. I proprietari pensano già ad una costruzione: sono ore di lavoro frenetico per tutti i dipendenti e per i responsabili dell'azienda. All'interno degli uffici anche la mattina di sabato 16 luglio è intensa: a parte l'espletamento delle pratiche burocratiche si progetta il futuro.

VIGILI AL LAVORO CON LO ZIEGLER: IL VIDEO

"Oggi siamo molto impegnati all'interno dello stabilimento, il lavoro è incessante, non possiamo fermarci" ci comunicano dall'interno degli uffici. Oltre a stabilire con una buona approssimazione la stima dei danni, che va ben oltre i 3 milioni di euro di cui abbiamo parlato il 14 luglio, si pensa già al futuro, alla costruzione di un nuovo stabilimento e a come realizzarlo. Sulle cause dell'incendio, che non è stato di origine dolosa, l'ipotesi più probabile è che si sia sviluppato nei magazzini durante alcuni lavori di saldatura. Nello stesso edificio si trovano alcuni compressori e migliaia di prosciutti che hanno preso fuoco, bruciando poi tutto il resto. Ieri, 15 luglio, le squadre dei Vigili del Fuoco hanno lavorato fino alle ore 21 per cercare di riportare la situazione alla normalità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio da Galloni, lavoro intenso: ora si progetta la ricostruzione

ParmaToday è in caricamento