menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inceneritore, l'avvocato Allegri: "E se Beppe Grillo avesse ragione?"

"E se Grillo avesse ragione? -ha sottolineato l'avvocato. Tutti si sono affrettati a rassicurare i cittadini ma l'inceneritore inquina, questo è riconosciuto, e il suo raggio di inquinamento è di circa 5 km". Nel week-end la due giorni sui beni comuni 'Dall'Amianta a Parma'

Le dichiarazioni di Grillo fanno ancora discutere, ma questa volta c'è qualcuno che vuole dare una chance al comico genovese. Questa mattina l'avvocato Arrigo Allegri, da tempo impegnato nella lotta contro l'inceneritore, ha rilanciato: "E se Grillo avesse ragione? Tutti si sono affrettati a rassicurare i cittadini ma l'inceneritore inquina, questo è riconosciuto, e il suo raggio di inquinamento è di circa 5 km. Inoltre non c'è il progetto del boschetto mangia polveri, che dovrebbe avere una capacità di assorbimento pari a 1000 kg all'anno, perché gli alberi sono ancora piccoli e le polveri che dovrebbe raccogliere dipendono anche dalla massa di fogliame".

Non solo, Allegri precisa: "E' stato autorizzato il Paip, ovvero un impianto che va dalla raccolta all'incenerimento dei rifiuti, invece ora c'è solo il termovalorizzatore, ovvero una minima parte del Paip, solo la parte che produce soldi". Intanto Daniele Caroli, dell'Assemblea permanente no inceneritori, lancia la due giorni dei beni comuni a Parma dal titolo "Dall'Amiata a Parma: finanziarizzazione dei beni comuni e pratiche di liberazione". L'appuntamento in programma per il 26 e il 28 ottobre sarà l'occasione per un confronto nazionale - con le esperienze di comitati in difesa del territorio provenienti da diverse parti d'Italia - in cui si parlerà in particolare della speculazione e privatizzazione dei territori.

IL PROGRAMMA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento