menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incremento rifiuti all'inceneritore, domani si decide. Gestione Corretta Rifiuti in presidio davanti alla Provincia

Attesa per domani la Conferenza dei Servizi che dovrebbe deliberare la possibilità per Iren di aumentare la mole di rifiuti da conferire al forno e dal conferimento fuori provincia e fuori regione. Il comitato GCR invita al presidio organizzato domani alle ore 15 davanti dalla sede della Provincia.

I nodi (purtroppo) tornano al pettine.

Già nel maggio del 2015 Iren depositò in Provincia la documentazione per la modifica delle carte riguardanti l'autorizzazione integrata ambientale al fine di poter conferire nel forno rifiuti da fuori provincia ed arrivare così al massimo carico possibile.

Un aumento da 135 mila a 195 mila tonnellate reso possibile dal decreto Sblocca Italia,  un corpus normativo creato dal governo per "far ripartire l'economia del paese" dove, all'articolo 35 si trovano le "misure urgenti per la realizzazione su scala nazionale di un sistema adeguato e integrato di gestione dei rifiuti urbani e per conseguire gli obiettivi di raccolta differenziata e di riciclaggio".

Queste disposizioni danno la possibilità ai gestori di inceneritori di tutta Italia di bypassare tutti i vincoli e le normative regionali o provinciali che bloccavano i conferimenti da altre provincie o da altre regioni. 

Inoltre gli sforzi finora raggiunti per mantenere l'inceneritore ad un livello di conferimento inferiore rispetto alla sua capacità andranno così letteralmente "a quel paese" in quanto, si potrà raggiungere - in nome della risoluzione della problematica nazionale sui rifiuti - il  livello massimo di tonnellate da bruciare. 

Non solo i rifuiti provenienti da Reggio Emilia ma da tutte quelle città dislocate nel paese che avranno bisogno di smaltire i proprio surplus.

Del resto in Italia è già pronta la costruzione di altri 9 nuovi inceneritori che sommati ai 42 già esistenti (otto attivi solo nella nostra regione) arriveranno a quota 51.

Non diciamo poi che è solo lo smog ad alzare i tassi di polveri sottili presenti nell'aria, a poco servono i blocchi del traffico fino a che non si prenderanno in considerazione tutte le altre fonti inquinanti presenti in questa malata Italia.

Domani la Provincia dovrà deliberare la possibilità per Iren di sfruttare i decreti renziani.

Gestione Corretta Rifiuti alle ore 15 organizza un presidio davanti alla sede della Provincia dove si svolgerà la Conferenza dei Servizi, "riunione" dei vari enti coinvolti nel procedimento (Ausl, Arpa, Provincia, Ato2, Regione ecc..) insieme a Iren -gestore dell'impianto- che ricordiamo come, ad oggi, ha un appalto scaduto da oramai un anno.

L'APPELLO DI GCR - Presidio davanti alla Provincia in occasione della conferenza dei servizi che deve deliberare sulla richiesta di Iren di incrementare la potenzialità dell'inceneritore e poter far giungere rifiuti da fuori provincia e da fuori regione.
Martedì 12 alle ore 15, in Provincia di Parma (Piazzale della Pace) ci sarà un'ulteriore conferenza dei servizi per autorizzare l'inceneritore di Parma a bruciare fino a 195.000 tonnellate all'anno di rifiuti.
E' ovvio che ora che ce l'abbiamo dobbiamo farlo funzionare al massimo, sennò che ci sta a fare?
E quindi prenderemo rifiuti da fuori perché, a dirla tutta, nel 2015 l'attività del forno è stata non del 100% ma dell'84%... quindi c'è bisogno di altra spazzatura.
Ci vogliamo svegliare parmigiani?
Vogliamo dire a questi signori che la stessa Provincia coi sui ex amministratori aveva GIURATO che non avremmo mai preso rifiuti da fuori provincia?
Che non ci sarebbe mai stata nessuna richiesta di aumento del potere di incenerimento?
Diciamolo, era tutto previsto, tutto un teatrino di politicanti che ci ha governato per anni raccontando solo bugie.
Già dall'inizio si era capito che 130.000 tonnellate/anno per Parma sarebbero state eccessive.
Ora se ne vogliono bruciare quasi 200.000!
Nuovi fumi, nuovi inquinanti, nuove polveri.
Poi ci raccontano che è necessario trovare soluzioni STRUTTURALI per migliorare la qualità dell'aria!
Quale soluzione migliore che bruciare altro rudo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

  • Cronaca

    Bonaccini: "La scelta di riaprire è ponderata e non è un libera tutti"

  • Cronaca

    Ecco il 'pass' per gli spostamenti tra Regioni arancioni e rosse

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento