Cronaca

Integrazione, l'Associazione dei Nigeriani premia Bernini e Lasagna

Il riconoscimento arriva in seguito alla collaborazione dei due assessorati all'organizzazione della commemorazione dei 50 anni dell'indipendenza della Nigeria e dei 20 anni dalla fondazione dell'associazione

L’Associazione dei Nigeriani di Parma e provincia ha deciso di premiare l’assessore alle Politiche per l’infanzia e la Scuola, Giovanni Paolo Bernini, e l’assessore al Welfare, Lorenzo Lasagna, per aver contribuito all’inserimento delle persone straniere all’interno della vita della città, rendendo così Parma una realtà sempre più accogliente e solidale. Il riconoscimento arriva in seguito alla collaborazione dei due assessorati all’organizzazione della commemorazione dei 50 anni dell’indipendenza della Nigeria e dei 20 anni dalla fondazione dell’associazione, che si è svolta il 16 ottobre scorso in via Lanfranco.

L’associazione, laica, democratica, apolitica ed aconfessionale, è ispirata agli ideali di pace e solidarietà, ed ha lo scopo di incentivare le attività artistiche e culturali. Inoltre, promuove l’assistenza e la tutela dei suoi associati, e le iniziative volte a contrastare i fenomeni di emarginazione e discriminazione istituzionale, razziale e sociale. L’associazione cura anche il coordinamento di iniziative per il pieno riconoscimento dei diritti civili, politici e sociali della comunità nigeriana residente a Parma e provincia.

Fra le varie attività promosse dall’associazione rientra la divulgazione e la diffusione della cultura, dell’artigianato, del commercio e delle opere dell’ingegno della comunità nigeriana, oltre alla messa in scena di spettacoli. L’associazione si impegna attivamente all’elaborazione di una strategia per agevolare l’inserimento dei nigeriani nella vita sociale ed economica del paese e della realtà locale, al rafforzamento dei rapporti di cooperazione e di  amicizia tra l’Italia e la Nigeria, secondo ideali di pace e di difesa dei diritti umani, della promozione e diffusione delle esperienze culturali, formative, creative ed artistiche.

Le dichiarazioni
“Questo riconoscimento è motivo di grande orgoglio, e dimostra che Parma è una città accogliente e solidale, ma la strada per l’integrazione è ancora lunga, e questi sono solo tasselli di un mosaico più ampio, che ha visto anche la costituzione del Tavolo cittadinanza e immigrazione coordinato da Cleophas Dioma”, afferma l’assessore Lorenzo Lasagna. “A febbraio – anticipa l’assessore – al Dus, di fianco al Duc, inaugureremo la nuova sede dell’Informastranieri, utilizzato da circa 22 mila diverse persone che si rivolgono al servizio per ottenere informazioni sulle politiche di integrazione. Lo spazio avrà anche un ufficio di rappresentanza del Tavolo, e al suo interno potranno essere messi a disposizione luoghi per le associazioni”.

“Un’indagine del Censis ha stabilito che Parma è la città più attraente e giovane d’Italia. E fra le motivazioni di questo riconoscimento c’è la qualità dei nostri servizi educativi. Infatti, le politiche per una vera e propria inclusione devono iniziare già dai nidi e dalle scuole materne. L’Amministrazione comunale, insieme all’Ufficio scolastico provinciale, ha poi attivato uno sportello informa stranieri per la scuola in via Milano”, prosegue l’assessore Giovanni Paolo Bernini.

“Se gli immigrati riescono ad integrarsi, a beneficiarne sarà l’intera cittadinanza”, sostiene Cleophas Dioma, coordinatore del Tavolo cittadinanza e immigrazione.

“Abbiamo voluto consegnare questo riconoscimento ai due assessori per conoscere meglio le autorità che governano la città A loro chiediamo la possibilità di avere un luogo che funzioni da punto di riferimento per la nostra comunità”, spiega il presidente dell’Associazione nigeriani di Parma e provincia Emeka Augustine Osuji.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Integrazione, l'Associazione dei Nigeriani premia Bernini e Lasagna

ParmaToday è in caricamento