Gang Cavaliere, il brand con l'etichetta che parla solo italiano

Emanuele Gaito 'Cavaliere' si racconta a ParmaToday in occasione della campagna pubblicitaria per il lancio della nuova linea, con i testimonial Benedetta Mazza e Alessandro Genova

Emanuele Gaito (in basso) e da sx Alessandro Genova, Francesco Bassi e Benedetta Mazza

Emanuele Gaito 'Cavaliere' si racconta a ParmaToday in occasione della campagna pubblicitaria per il lancio della nuova linea Gang Cavaliere, che ha visto impegnati in una intensa e divertente sessione fotografica a Parma Benedetta Mazza e Alessandro Genova, volti noti del piccolo schermo. Gli scatti sono stati realizzati dal fotografo Francesco Bassi.

Presentaci la tua azienda...
Gang Cavaliere è un'azienda che vuole realizzare un sogno: promuovere il lavoro sartoriale italiano, il buon design e l'abilità industriale che nel passato rendevano "Made in Italy" sinonimo di qualità e successo. E lo stiamo realizzando giorno per giorno, proponendo capi ideati, disegnati e fatti a mano in Italia, utilizzando materiali, servizi e logistica con il preciso intento di restituire qualcosa al nostro paese. In poche parole, come recita il nostro payoff: cucito da mamme italiane! Dice tutto, no?

Come nasce il nome "Gang Cavaliere"?
Prendiamo scherzosamente in prestito "gang" dal linguaggio della strada per parlare degli amici che ti accompagnano per tutta la vita, magari dalla scuola, e che hanno deciso di partecipare a questo sogno. "Cavaliere", invece, è uno dei cognomi appartenuti alla mia famiglia qualche generazione fa e che continua a identificarci, anche se è andato perduto. La mia famiglia è importante in questa impresa: mi accompagna e mi sostiene, oltre ad essere una fonte inesauribile di esperienza. Ho sempre pensato che queste due parole fossero fondamentali nella mia vita. Ora lo sono anche per la mia azienda.

Cosa c'è dietro un capo Gang Cavaliere?
Ci sono innanzitutto valori e lavoro. Valori, perché il nostro obiettivo è riscattare il Paese e le sue eccellenze partendo dalla grande energia dei giovani, le forze più sane che abbiamo. Lavoro, perché vogliamo offrire un'opportunità anche a tanti talenti artigiani che per troppo tempo sono stati sacrificati ad una globalizzazione senz'anima.

E' vero che siete famosi per la vostra etichetta?
Sì, è una scelta che ci rende unici. Per arrivare al capo finito ci sono molti passaggi che caratterizzano la nostra produzione, sia sotto il punta di vista sartoriale che sotto quello della comunicazione. I nostri capi sono tutti confezionati a mano tra Sarno, vicino Salerno, e Parma, dove vengono rifiniti. La logistica gioca un ruolo importante per raccordare le varie fasi di lavorazione e la distribuzione finale. Lo stile ed il design accompagnano le diverse fasi del processo produttivo, dall'ideazione ed il disegno dei capi, alla cura per la grafica del packaging e dell'etichetta. Questo processo è un valore in sè che intendiamo mostrare con orgoglio. Per questo ogni singolo capo ha un' "etichetta che parla". Un'etichetta che riporta i nomi di tutte le persone coinvolte nella sua realizzazione, per dare la giusta importanza a chi contribuisce alla crescita di questa azienda. Inoltre, ogni capo d'ora in poi sarà accompagnato da un QR Code, posto sul cartellino, che permetterà al nostro cliente di accedere ad informazioni ed immagini che raccontano passo passo la realizzazione del proprio capo.

Dove è possibile acquistare i vostri prodotti?
Ci stiamo espandendo soprattutto lungo la via Emilia, tra Piacenza e Modena. A Parma città potete trovare i nostri prodotti da Castaldini del Centro Euro Torri, HCA di via Repubblica e Erry Max di Borgo Mazza.

Perché hai scelto Alessandro Genova e Benedetta Mazza come testimonial di Gang Cavaliere?
Sicuramente per il fascino! Ma anche per una questione di valori. Dopo averli conosciuti ho apprezzato una disponibilità ed un'umiltà che non puoi trovare in molti personaggi dello spettacolo. Sono convinto che rappresentino lo stile e la genuinità che il nostro brand vuole promuovere. Proprio come la nostra idea di "Made in Italy".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento