menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Latitante albanese arrestato: picchiava la moglie con calci e pugni

L'uomo di 37 anni, denunciato per maltrattamenti con l'aggravante delle violenze condotte in presenza dei minori, era uno spacciatore, faceva uso di alcol e droghe e amava scommettere: fuggito in Albania, è tornato in città dove è stato catturato

Ancora violenza all’interno delle mura domestiche. Su un albanese di 37 anni pende l'aggravante: residente a Parma, gli viene contestata il fatto che le violenze fossero perpetuate anche davanti ai figli piccoli. Pieno di precedenti specifici, è stato arrestato anche per spaccio. Nella casa in cui abitava con la compagna connazionale c'erano anche i figli minori. Non c'era una situazione idilliaca, e la sua figura di marito geloso, veniva resa ancora più spigolosa dalle numerose dipendenze dell'uomo che faceva uso abituale di droghe e alcool. Amante delle scommesso, sfogava la sua frustrazione sulla donna picchiandola a calci e pungi e minacciandola di morte. Addirittura le aveva giurato di farla a pezzi con un coltello e in un'occasione, sentendosi rifiutato dalla donna, ha cercato di spingerla verso la finestra aperta. Tutto anche davanti ai figli, che hanno visto svenire la madre dal dolore causatogli dai colpi inferti dal padre. Dopo le denunce, il giudice aveva deciso che la sua pena dovesse scontarla in carcere. Ma l'uomo è fuggito in Albania nel marzo dopo essere stato condannato ai domiciliari ripetutamente violati perché sorpreso in mentre spacciava droga. E' stato arrestato dai Carabinieri e trovato in possesso di 57 ovuli termosaldati di cocaina. Si è rifatto vivo un mese fa, con la pretesa di tornare a vivere in quella casa che lui stesso aveva reso invivibile a causa del clima teso, delle botte e delle minacce alla moglie. Che spaventata dai suoi continui tentativi di riallacciare un rapporto, ha avvertito i carabinieri della stazione Oltretorrente, che hanno rintracciato l’uomo e lo hanno arrestato mentre giocava in una sala scommesse in viale Mentana. Aveva con se anche un coltello serramanico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento