Regio, i lavoratori contestano il sindaco: "Non si occupa di noi"

Gli addetti dell'Ente lirico ha promosso un presidio sotto ai Portici del Grano: tra i presenti molti precari che raccontano di trovarsi in una situazione di "estrema difficoltà". Pizzarotti è sceso in strada

Lo striscione dei lavoratori del Regio sotto al Comune

Un picchetto di lavoratori del Teatro Regio si è appostato sotto il municipio della città emiliana durante la seconda seduta del Consiglio comunale guidato dal sindaco 'grillino' Federico Pizzarotti. Contestano "i modi con i quali la nuova amministrazione cittadina sta trattando, o meglio non trattando, i problemi che affliggono la struttura". Tra i presenti molti precari che raccontano di trovarsi in una situazione di "estrema difficoltà in ragione della diminuzione dell'attività del Regio" e della conseguente limitazione nell'impiego della manodopera.

L'emergenza lavorativa nel teatro lirico ha portato, secondo i rappresentanti sindacali, ad una situazione di parziale stallo dell'attività in alcuni mesi dell'anno. "Con la chiusura della stagione estiva e di Maggio Danza si è ridotto l'impegno del teatro e i precari, anziché restare disoccupati un mese all'anno, si trovano in stato di disoccupazione per tre mesi su 12", ha detto uno dei manifestanti presenti. Altro argomento della manifestazione è la conferma, per ora solo ventilata, di Mauro Meli al vertice del Regio. "Crediamo sia inaccettabile che Meli venga nominato nuovamente sovrintendente a fronte della proposta che svolga la sua attività a titolo gratuito fino al Festival Verdi del 2013 - ha spiegato un rappresentante sindacale -. Questo è davvero inammissibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Federico PizzarottI ha lasciato la seduta del Consiglio comunale, é sceso in strada e ha incontrato i lavoratori del Teatro Regio che da circa un'ora protestavano per le condizioni di lavoro precario nella struttura. "A me interessa più parlare con le persone che alimentare la polemica", ha detto il sindaco, incontrando sotto il municipio lavoratori e rappresentanze sindacali del Regio.

"Faremo un Cda per cercare di capire come muoverci - ha continuato Pizzarotti - Abbiamo già detto in passato del nostro impegno per cercare di individuare un percorso che porti alla stabilizzazione di alcune figure". Pizzarotti, che in qualità di primo cittadino è anche presidente della Fondazione Teatro Regio, ha cercato di placare gli animi esacerbati dal fatto che a tutt'oggi nessun incontro tra l'Amministrazione comunale e i lavoratori del Teatro è ancora avvenuto. Sull'incontro Pizzarotti ha dichiarato la propria disponibilità, pur non indicando una data precisa. Per le altre richieste delle maestranze si è riservato di decidere dopo la riunione del Cda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento