Lega: "I centri sociali hanno tentato ancora di assaltare il nostro banchetto"

"La deriva violenta va affrontata e risolta con decisione"

La Lega denuncia un tentativo di assalto al banchetto in Mazzini da parte di alcuni antifascisti. "Sabato mattina -si legge in una nota- i centri sociali hanno tentato di assaltare il banchetto elettorale della Lega in via Mazzini, per tutta la giornata hanno poi continuato a cercare il contatto con il nostro stand e con quello di un’altra forza politica a pochi metri di distanza.

L’attacco è stato impedito solo dal tempestivo intervento della Polizia di Stato. Fino ad ora non abbiamo ovviamente visto nessun comunicato di solidarietà e nessun allarme per la democrazia e la libertà è stato lanciato da parte delle altre forze politiche, tantomeno dal sindaco Pizzarotti, impegnato nella propria perenne campagna elettorale, lontano come sempre da Parma e i parmigiani, o dalla sua Giunta.

Al banchetto era presente anche il senatore Campari già vittima di un’analoga aggressione nel 2015 per cui sono recentemente stati condannati due antagonisti. Insulti, assalti, intimidazioni da parte del Centri sociali parmigiani contro i nostri stand o militanti non sono mai cessati negli anni nel silenzio delle altre forze politiche.

Siamo talmente abituati alle violenze dell’estrema sinistra che ormai non si stupisce più nessuno: anche a Parma ormai non meritano più nemmeno un comunicato stampa o una presa di posizione.

Questa ipocrisia e connivenza è il brodo di coltura in cui i violenti sono abituati a muoversi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringraziamo la Polizia di Stato per il tempestivo intervento che ha bloccato i teppisti a pochi metri dal nostro banchetto. 
La deriva violenta dei centri sociali è una turbativa per la normale dialettica politica democratica che va affrontata e risolta con decisione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

Torna su
ParmaToday è in caricamento