Cronaca

Mercato immobiliare, case meno care in regione: a Parma -3,5%

Secondo uno studio condotto da Tecnocasa, tra gennaio e giugno i costi per un' abitazione sono calati del 3,5% rispetto al semestre precedente. Scendono i prezzi in tutta la regione con Rimini 'capolista' a -4,3%

Parma dall'alto

Calano, nella prima metà del 2011, i prezzi degli immobili a Parma e in Emilia-Romagna. Secondo uno studio condotto da Tecnocasa, tra gennaio e giugno i costi per un' abitazione sono calati, in media, del 3,5% nella città ducale, rispetto al semestre precedente. A Bologna il calo è stato dell'1,3%, mentre nel corso dell'intero 2010 era risultato pari al 3,3%. Nelle zone del centro - evidenzia la ricerca - i valori sono scesi dell'1% mentre i cali maggiori, pari al 2,6% e al 2,2%, riguardano la macroarea San Donato-san Vitale e Saffi. Flessione dell1,4% nell'area Bolognina-Corticella mentre restano invariati i valori delle zone Mazzini-Savena, Borgo Panigale e Murri-San Mamolo.

Guardando alla domanda, nella prima parte dell'anno si registra una concentrazione delle richieste di monolocali (-1,5%), bilocali (-1,1%) e trilocali (-0,2%), mentre vi è un aumento per quanto riguarda case composte da quattro (+0,6%) e cinque locali (+0,6%). Sul versante dell'offerta, invece, si registra un aumento della concentrazione di molocali e bilocali e una diminuzione della concentrazione trilocali, quattro locali e cinque locali presenti sul mercato.

A livello regionale, detto di Bologna i cui prezzi sono scesi nel semestre dell'1%, la maglia nera va a Rimini, con una diminuzione del 4,3%, seguita da Parma (-3,5%), Modena (-2,8%), reggio Emilia (-1,1%), Forlì (-0,9%) e Piacenza (-0,4%), mentre sono in lieve ascesa (+0,2%) i costi per un'abitazione a Ferrara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare, case meno care in regione: a Parma -3,5%

ParmaToday è in caricamento