Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Minacce a Gaetano Alessi, attivista di Mafie Sotto Casa: "Sei morto e non lo sai"

La solidarietà della Cgil di Parma e di Modena

Minacce all'attivista antimafia Gaetano Alessi che, insieme ad altri, ha ideato e porta avanti il progetto 'Mafie sotto Casa', di cui abbiamo parlato più volte. Alessi, sindacalista della Cgil, si è visto recapitare una lettera, scritta con ritagli di giornale, il cui contenuto è un messaggio inquietante: "Sei morto e non lo sai". Ecco la sua risposta su Facebook: "Ti sbagli, che si debba morire è nella storia di ciascuno di noi.  È il come si vive a far la differenza.  Io non so chi sei, ne perché ti diverti a mandare questa lettera che, per inciso, non è la prima della mia storia e non sarà nemmeno l'ultima.  Non so se la mandi adesso per approfittare della mia stanchezza o della disillusione che ultimamente faccio fatica a reprimere.  Ma dato che non sono sicuro di chi tu sia e da quale angolo della mia vita vieni fuori vorrei tranquillizzarti: io non mollo un centimetro, mai. Ed è la tua volontà contro la mia, ed hai già perso". 

La solidarietà della Cgil di Parma e di Modena

La Camera del Lavoro di Parma si affianca alle espressioni di sdegno nei confronti delle minacce rivolte all'attivista antimafia Gaetano Alessi, che anche a Parma ha in più occasioni presentato le attività della associazione "Mafie sotto cosa", e si associa alla solidarietà espressa dalla Camera del Lavoro di Modena, auspicando che le intimidazioni siano fatte oggetto dei doverosi accertamenti da parte degli organi competenti

La Cgil di Modena esprime solidarietà all'attivista bolognese del collettivo 'Mafie sotto casa' Gaetano Alessi, recentemente oggetto di pesanti intimidazioni. 
La minaccia di morte nella lettera anonima recapitata ad Alessi, conosciutissimo anche a Modena per il suo impegno sul fronte anti-mafia, è un inaccettabile e vigliacco atto di intimidazione. 

La Cgil di Modena è vicina ad Alessi e al collettivo nel loro impegno contro le infiltrazioni mafiose nel tessuto socio-economico emiliano romagnolo, impegno che si è tradotto anche in diverse pubblicazioni su varie attività processuali, tra cui il maxi processo Aemilia. 

Alessi, sindacalista della Fp/Cgil di Bologna, ha tutto il sostegno del sindacato modenese che è a sua volta impegnato nella denuncia e nel contrasto alle forme di illegalità, a partire dalle forme irregolari di lavoro sino ai fenomeni di infiltrazioni illegali nell’economia. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a Gaetano Alessi, attivista di Mafie Sotto Casa: "Sei morto e non lo sai"

ParmaToday è in caricamento