Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

Ai colleghi di lavoro dell'uomo, impiegato in un'azienda di un altro Comune, sono state applicate le misure di sicurezza e di controllo

Due persone residenti nei comuni di Montechiarugolo e di Lesigano dè Bagni sono risultate positive, nella giornata di lunedì 24 febbraio, al coronavirus. La prima è una donna residente a Monticelli Terme, nel comune di Montechiarugolo. La paziente è attualmente ricoverata nel Reparto Malattie Infettive dell'Ospedale Maggiore di Parma: le sue condizioni di salute sono buone ed è sottoposta d una terapia antivirale. Era andata all'ospedale di Codogno per assistere la madre malata. Il secondo paziente è un uomo di Lesignano dè Bagni, che lavora in un'azienda che ha sede in un altro Comune.

AMUCHINA: ECCO COME FARLA IN CASA SECONDO L'OMS

I famigliari di entrambi i pazienti sono stati sottoposti ai tamponi, per verificare l'eventuale positività al virus e si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda l'uomo di Lesignano sono già stati contattati i datori di lavoro, con sede in un altro comune, e si stanno applicando ai suoi colleghi tutte le misure di sorveglianza e controllo previste.

"Al momento - comunicano le Amministrazioni Comunali di Montechiarugolo e di Lesignano dè Bagni - non sono necessarie altre misure di prevenzione o controllo, nè presso il domicilio nè nella zona di residenza della persona malata".

Il Sindaco Daniele Friggeri e il sindaco Sabrina Alberini- si legge in una nota - sentite le Autorità Sanitarie Competenti, comunica che è confermata la presenza di un caso di Coronavirus accertato nel Comune di Montechiarugolo e di uno nel comune di Lesignano dè Bagni. Le persone risultate positive al coronavirus, residenti a Montechiarugolo e a Lesignano dè Bagni, sono attualmente ricoverata nel Reparto Malattie Infettive dell’Ospedale Maggiore di Parma: le loro condizioni sono considerate buone ed è al momento trattata con terapia antivirale. 

L’Azienda Usl e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, in raccordo con le autorità sanitarie regionali, hanno attivato, per questo caso positivo, tutte le procedure previste di isolamento ospedaliero durante il ricovero, e di isolamento domiciliare per i suoi famigliari. Questi ultimi sono stati sottoposti anche alle misure previste dai protocolli regionali e nazionali di controllo di positività alla malattia e di sorveglianza costante da parte dei professionisti dell’Azienda Usl di Parma. Al momento non sono necessarie altre misure di prevenzione o controllo, nè presso il domicilio nè nella zona di residenza della persona malata. Come Amministrazione comunale di Montechiarugolo, unitamente alla Protezione Civile e all’Azienda Pedemontana Sociale siamo pronti ad intervenire qualora ci fossero casi di emergenza, soprattutto persone in autoisolamento o persone anziane con ridotta mobilità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Invitiamo pertanto la cittadinanza - prosegue la nota -  a non fare scorta di generi alimentari o presidi sanitari ed evitare inutili assembramenti. Si invita la Cittadinanza a seguire le indicazioni emanate dal Ministero, che ricordiamo brevemente, ed invitiamo a non recarsi al Pronto Soccorso o presso gli ambulatori dei medici di famiglia in caso di sintomi ma contattare il  118. Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol. Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi Contattare il Numero Verde regionale 800462340 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è una festa clandestina" e chiamano i carabinieri: era un giovane che giocava alla playstation

  • Parma a rischio chiusura totale, Venturi: "Valutiamo se fermare tutto"

  • Va in auto in un supermercato di San Polo d'Enza per fare avance ad una cassiera: parmigiano denunciato

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus, a Parma altri 15 morti e 35 nuovi casi: superati i mille casi

Torna su
ParmaToday è in caricamento