menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto Carlo Bergonzi, il tenore verdiano nato a Polesine

Carlo Bergonzi, il tenore di Polesine Parmense, è morto ieri notte all'età di 90 anni. Al Teatro Regio di Parma ha interpretato ruoli baritonali e verdiani come tenore e a Parma è stato organizzato il suo ottantesimo compleanno

Carlo Bergonzi, il tenore di Polesine Parmense, è morto ieri notte all'età di 90 anni nell'istituto Auxologico di Milano dove era ricoverato. Carlo Bergonzi è considerato il maggiore interprete verdiano del secolo e il suo lancio internazionale arriva proprio con l'Aida al Metropolitan di New York dove poi ha continuato a lavorare per 33 stagioni. Al Teatro Regio di Parma, invece, ha interpretato ruoli baritonali e verdiani come tenore. Ed è sempre a Parma che è stato organizzato il suo ottantesimo compleanno proprio al Regio.
La carriera di Bergonzi, iniziata a 16 anni con gli studi da baritono al Conservatorio Arrigo Boito di Parma, termina con una serie di concerti a Vienna, alla Carnegie Hall di New York , alla Scala di Milano e al Theatre di l'Athénée di Parigi.
Da poche settimane, il 12 luglio, aveva compiuto 90 anni e Busseto, il paese originario di Verdi gli aaveva reso omaggio con un concerto in piazza.

Il ricordo del Sovrintendente Maurizio Roi

“Scompare con Carlo Bergonzi un pezzo di storia della lirica. Un uomo molto legato al suo paese, a Busseto, a Giuseppe Verdi e alla musica della nostra terra. Abbiamo avuto il piacere di collaborare tante volte con lui come Fondazione  Arturo Toscanini, nelle produzioni liriche, nella formazione e in varie attività. Abbiamo collaborato con lui per trent’anni. Oggi perdiamo come tutti un grande uomo, uno degli uomini che ha fatto la storia della lirica, ma perdiamo anche un amico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Troppa Atalanta, il Parma si arrende: manita di Gasp, altro schiaffo

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 86 casi e un decesso

  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento